TEDxVittoria. Tema della serata: Brave, Oltre il coraggio


Il “tutto esaurito” già diversi giorni prima dell’evento ha subito decretato il successo di TEDxVittoria, organizzato da un gruppo di giovani tra i 23 e i 30 anni che hanno deciso di portare bellezza, arte, cultura, tecnologia e sapere nella loro città. Si tratta di Giuseppe, Giovanni, Lorenzo, Antonio, Alexia, Gianni, Matteo, Salvo, Kristo, Roberta ed Emanuele. Questi ultimi cinque, in particolare, hanno organizzato il tutto con l’impresa sociale Panta Rhei. 

La grande attenzione con la quale il pubblico ha ascoltato gli interventi degli ospiti (gli speaker) ha confermato che le loro aspettative sull’avvenimento sono state ben riposte. Tema della serata: Brave, Oltre il coraggio.  Ogni relatore ha avuto a disposizione 20 minuti per raccontare la propria storia, le proprie esperienze e il proprio concetto di coraggio. 

Ad aprire TEDxVittoria è stato il progettista grafico, direttore e professore di graphic design all’Accademia di Belle Arti di Catania Gianni Latino che ha puntato l’attenzione su “Il coraggio di progettare per la collettività”. Poi è stata la volta di Luca Romano, noto come “l’avvocato dell’atomo”. “Qui chi non terrorizza si ammala di terrore” è stato il tema del suo intervento. L’architetto Maria Giuseppina Grasso Cannizzo ha lasciato che fosse un video sulla “Stratigrafia in movimento”, con la sua stessa voce, a parlare per lei. Il giornalista e inviato di guerra Claudio Locatelli ha raccontato le sue esperienze nelle terre teatro di scontri bellici con il suo intervento sul tema “Scelgo il coraggio”. L’imprenditore Lorenzo Cannella ha parlato di “Sostenibilità: un’impresa possibile” raccontando la sua esperienza nella produzione di prodotti derivati dalla nuova tecnica dell’acquaponica. 

De “Il coraggio di vivere nel XXI secolo” ha parlato invece Davide Bennato, sociologo e docente di sociologia dell’università degli studi di Catania. Carmelo Chiaramonte, performer chef, ha puntato poi l’attenzione su “La cucina stupefacente”. A chiudere è stato infine Antonio Presti, artista, imprenditore e mecenate, con il suo intervento sul tema “La politica dell’arte”.

A TEDxVittoria hanno collaborato gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Marconi” di Vittoria che hanno curato l’accesso degli ospiti nella sala “Gianni Molè” e realizzato l’aperitivo servito durante il break. L’intervento artistico è stato invece affidato al musicista Valerio Di Natale. 

Per il gruppo di organizzatori, quindi, un vero successo che si aggiunge all’orgoglio di essere riusciti ad organizzare il tutto in pochi mesi e aver portato in città un evento che non solo ha arricchito chi vi ha partecipato, ma ha dato lustro alla città di Vittoria. La stessa, infatti, da adesso in poi potrà essere annoverata fra le città che hanno ospitato questo progetto dalla caratura mondiale. 

TED (Technology Entertainment Design), lo ricordiamo, è una serie di conferenze, chiamate anche TED talks, gestite dall’organizzazione privata non-profit statunitense Sapling Foundation.TED è un evento mondiale che si tiene annualmente alla presenza di personalità molto potenti, creative e innovative. Diversamente, i TEDx sono degli eventi dalla portata più ridotta che seguono il format originale dei TED per condividere idee e progetti tra diverse comunità nel mondo.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it