A Comiso, scoperta la stele in memoria di Falcone e Borsellino. Accanto, piantato un ulivo


A Comiso, presso la villa comunale e a fianco di un alberello d’ulivo, è stata scoperta stamani una stele commemorativa in memoria dei giufici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

L’iniziativa è stata voluta dal Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) e sostenuta dall’amministrazione comunale.

Manfredi Borsellino ha preannunciato una sua visita a Comiso entro questa stessa estate.
In precedenza, il sindaco Schembari ha spiegato la scelta di affiancare un alberello di ulivo alla stele dei giudici Falcone e Borsellino. “L’ulivo è un albero longevo, forte, simbolo di rinascita ma anche di legalità. È piccolo, ma crescerà come un seme che germoglia e si sviluppa. Posto davanti a una scuola vuole, infine, stimolare gli alunni di oggi a crescere forti e generosi come esso stesso, ricordando che la cultura è la prima arma contro l’illegalità e la mafia. Non a caso Bufalino ripeteva spesso che per combattere la mafia ci vuole un esercito di maestre”.

All’evento, hanno partecipato moltissime autorità militari e civili.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it