';

Olympia basket Comiso: riconoscimento per Alfio Occhipinti


L’Olympia prosegue l’iniziativa volta ad onorare la storia del basket a Comiso. Dopo l’emozionante cerimonia di domenica 14 novembre scorso, che ha visto protagonista il più anziano giocatore presente in città Nunzio Schembari, il prossimo riconoscimento andrà ad Alfio Occhipinti (classe 1956) una delle colonne portanti del basket a Comiso, una vera e propria istituzione che ha contribuito e non poco allo sviluppo della pallacanestro nel territorio permettendo a centinaia di giovani di intraprendere l’attività sportiva ed a molti di questi di diventare giocatori professionisti calcando palcoscenici di serie A, B e C. Una figura di grande umanità e carisma, ancora oggi molto apprezzata negli ambienti del basket a livello provinciale e regionale.


La carriera di Occhipinti è ricca di risultati sia come giocatore che da allenatore. Da giocatore ha militato con le giovanili della Diana Comiso dal 1968 al 1972 e con Ardens Comiso nel ‘73 e ‘74 raggiungendo la serie D con entrambe le formazioni. Poi il passaggio in serie C con la Virtus Ragusa (1976-77) culminata con la promozione in serie B (1977-78). Negli anni ‘80 è stato protagonista in diverse stagioni con le mansioni di giocatore-allenatore conquistando altre promozioni, alla D con la Pro Loco Comiso (1980-85), Olympia Comiso (1985-87), Basket Modica (1988-89) e Pallacanestro Vizzini (1990-98).


Da allenatore vanta un palmares di tutto rispetto. Proprio sotto la sua guida l’Olympia Comiso ha raggiunto il massimo risultato della sua storia: promozione dalla C Nazionale alla B2 maschile (1991-92) e ottavo posto assoluto nella classifica di B2 (1992-93). Tra gli altri risultati ottenuti: promozione dalla B alla A2 femminile con Azzurra Ragusa (1995-96), Promozione dalla C2 alla C1 maschile con Victoria Basket (2002-03), terzo posto in A2 femminile pool salvezza con Azzurra Ragusa (1996-97), terzo posto in C1 maschile con Basket Gela (1989-90), terzo posto in C1 maschile con Victoria Basket (2003-04). A livello federale ha conseguito la massima qualifica: Allenatore Nazionale e Formatore Nazionale del CNA (Comitato Nazionale Allenatori).


Il suo infinito amore per il basket non lo ha mai fatto allontanare dall’attività sportiva e ancora oggi segue con attenzione le categorie giovanili confermandosi un virtuoso talent scout. Insomma ce n’è abbastanza per meritarsi il giusto riconoscimento per il notevole contributo dato allo sviluppo della pallacanestro a Comiso ed in buona parte della provincia di Ragusa. Domenica prossima, 5 dicembre, in occasione della prima gara di ritorno di serie C Silver che l’Olympia giocherà contro il Minibasket di Milazzo (ore 18:00), riceverà la targa dalle mani della sindaca di Comiso Maria Rita Schembari e dal presidente dell’Olympia Roberto Biscotto.