Io l’ho (s)vista così. La Virtus fuori dal sortilegio delle sconfitte. A cura di Gianni Lambruschi


Le truppe leggere di Asterix attraversano la brughiera bergamasca vittoriosamente! Booooooo(o)bastic con 26 punti 5 su 9 da tre, un paio di pali e una traversa, trascina la Virtus fuori dal sortilegio delle sconfitte. Signori riempite le otri dell’aria Bergamasca e riportatele in patria, pronte per l’apertura e l’inalazione, prima delle partite casalinghe. Bo(o)bastic perfetto anche dal tiro libero 7/7 e un paio di penetrazioni che fanno molto male alla difesa orobica. La zona proposta, nel secondo quarto, da coach Girelli, non fa altro che sponsorizzare il tiro da tre del nostro Bo(o)mbastic e impedire l’allungo bergamasco. Voto condotta: tanto!

Sia Gaefranco che Tano, con 10/10 DA DUE PUNTI, 4/5 tiri liberi e 8 rimbalzi, trascina Bo(o)mbastica che trascina a sua volta la Virtus fuori dalla pericolosa discesa in cui si era infilata. Comincia col farsi fischiare un infrazione di 3 secondi di antico retaggio, poi un passaggio al fantasma di Bo(o)mbastic, ma da qui inizia la sua partita con penetrazioni mancine e molto altro. L’inizio del terzo quarto è tutto suo con tre canestri consecutivi a cui si aggiunge “l’asse di bastoni” da tre di Bo(o)mbastic. Valutazione più alta (38) di tutti i suoi compagni e sicuramente qualche estimatore in più a Ragusa ma anche a Bergamo. Voto condotta: assai.

Come un fungo tardivo, ecco spuntare dal sottobosco Pavese, Andrea Epifani che aimè per lui, da ora in avanti sarà chiamato “Canzonieri”. Play-maker di ventuno anni (21) racimola già un discreto minutaggio e si assume molte responsabilità, qualcuna anche da incosciente. Esordisce dopo cinque minuti e viene immediatamente uccellato da Simoncelli sulla rimessa dal fondo. Scaltro in penetrazione ma anche nel farsi stoppare, reattivo nel passare la palla dentro ma molto ingenuo nel commettere una infrazione di doppio palleggio da categoria giovanile. Voto condotta: giusto.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it