';

Vaccinazione anti Covid over 80 a Vittoria. Di Falco: “Difficoltà nella registrazione e vaccini non disponibili”


“Non comprendiamo il perché a Vittoria siano poche le prenotazioni ai vaccini anti Covid destinati agli over 80, iniziati in Sicilia da circa una settimana, rispetto a tanti altri comuni della provincia di Ragusa”.
A dirlo è Salvatore Di Falco, candidato a sindaco di Vittoria, sostenuto dalle liste civiche “Di Falco Sindaco”, “Vittoria Unita” e “In Movimento per Vittoria e Scoglitti”.

“Nei giorni scorsi – continua Di Falco- avevamo denunciato il fatto che il sito della Regione a cui accedere per la registrazione fosse di difficile utilizzo soprattutto per gli anziani che non hanno dimestichezza con i dispositivi elettronici e avevamo chiesto all’assessorato regionale alla Salute di trovare un metodo alternativo, magari più semplice, per consentire la registrazione di tutti e terminare prima possibile la vaccinazione di questa fascia di popolazione.

A distanza di pochi giorni, ci rendiamo conto che i vittoriesi over 80 ad essersi registrati alla piattaforma per la vaccinazione anti Covid sono pochissimi. Qualcuno ha lamentato anche il fatto che registrarsi è impossibile anche perché non c’è al momento disponibilità di vaccini. Chiediamo, pertanto, un incontro con il direttore generale dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò, per avere spiegazioni della lentezza nell’arrivo dei vaccini, per verificare la possibilità di semplificare la registrazione al sito e per comprendere il perché siano pochissimi ad oggi i cittadini vittoriesi che si sono prenotati per la vaccinazione.

Al direttore Aliquò – conclude Di Falco – chiederemo, infine, rassicurazioni sulla Stroke Unit al Guzzardi di Vittoria, fiore all’occhiello della nostra sanità. Al Giovanni Paolo II di Ragusa, com’è noto, sarà aperta la stessa Unità di pronto intervento. Sebbene ci siano state rassicurazioni sul mantenimento della Unità a Vittoria, teniamo sempre desta l’attenzione. Sarebbe un errore gravissimo sopprimere quella di Vittoria a vantaggio di quella di Ragusa, visto che quando si parla di ictus la rapidità dell’intervento gioca un ruolo fondamentale. Anzi, a questo punto e per fugare ogni dubbio sarebbe un bel segnale che si provvedesse alla nomina del primario del reparto di Neurologia di Vittoria ad oggi vacante”.