TRE ARRESTI SU ORDINE DI CARCERAZIONE E TRE DENUNCE


Nel fine-settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Vittoria, su disposizione del Comandante Provinciale di Ragusa T.Col. Nicodemo Macrì, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio improntato al contrasto dei reati in genere che si sono verificati nelle ultime settimane, e che ha interessato i centri cittadini e le aree rurali dei comuni di Vittoria e Chiaramonte Gulfi. Nell’attività di controllo del territorio sono state impiegate complessivamente 10 pattuglie per un totale di 20 uomini che hanno portato alla denuncia in stato di arresto di nr. 3 soggetti e alla denuncia a p.l. di 2 persone.

In particolare i militari del Nucleo Operativo della Compagnia hanno dato esecuzione a nr. 3 ordini per la carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, per altrettanti soggetti condannati alla pena definitiva di anni 4 e circa mesi due di reclusione oltre che al pagamento della multa di euro 800,00 e all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. I tre vittoriesi, padre e due figli, Giudice Salvatore 62enne, Giudice Francesco 31enne e Giudice Antonio 27enne, sono stati condannati alla pena definitiva per i reati di violenza privata, estorsione e rapina in concorso dopo che erano stati denunciati a seguito di indagini svolte dai Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Ragusa su fatti accaduti a Vittoria e Ragusa nel dicembre del 2008. I tre sono quindi stati trasferiti presso il carcere di Ragusa dove dovranno scontare la pena prescritta.

Inoltre venivano denunciati a piede libero:

T.S., 22enne, avolese, poiché a seguito di controllo effettuato nel centro abitato di Vittoria veniva trovato alla guida di una Fiat Punto di proprietà del padre senza aver mai conseguito la patente di guida;

S.G., 60enne, acatese, poiché a seguito di controllo alla circolazione stradale e sottoposto a perquisizione veicolare, veniva trovato in possesso di oltre kg. 5 di cavi di rame di cui non sapeva giustificare la provenienza; l’uomo quindi veniva denunciato per ricettazione.

Nel corso del servizio di cui trattasi inoltre:

Sono stati controllati oltre 50 veicoli e identificate circa 75 persone;

Sono state elevate 15 contravvenzioni al codice della strada il ritiro complessivamente di 2 tra carte di circolazione e patenti di guida e sequestro amministrativo di altrettanti veicoli.

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it