';

Il Vescovo di Ragusa in visita alla comunità di San Giacomo


Un’accoglienza trionfale. Una grande attestazione di stima per il nuovo vescovo che, per la prima volta, ha visitato la comunità di San Giacomo. Mons. Giuseppe La Placa, pastore della comunità diocesana di Ragusa, non si ferma un attimo in questi giorni.

Dopo la consacrazione e, soprattutto, dopo il periodo del mese di agosto che tradizionalmente anche le comunità parrocchiali dedicano al riposo, sta girando in lungo e in largo per conoscere meglio anche gli angoli più reconditi del territorio pastorale che dovrà curare. E’ il caso di San Giacomo Bellocozzo, frazione rurale di Ragusa, che, sabato pomeriggio, ha accolto mons. La Placa.

Una giornata scelta non a caso perché vigilia della festa patronale che è caduta domenica scorsa e che a San Giacomo punta a onorare la beata Vergine Maria di Lourdes a cui è intitolata la parrocchia. Mons. La Placa ha parlato di una piccola grande comunità di cui ha sentito tessere le lodi sul fronte della laboriosità e dell’unione tra i vari nuclei familiari. Il vescovo ha auspicato che, con la sua cura, e quella naturalmente del parroco, il sacerdote Santo Vitale, questa coesione possa risultare sempre più consistente.

Anche perché San Giacomo, spesso e volentieri, così come accaduto in queste ultime giornate di festa, interagisce con altre comunità parrocchiali dell’ambito rurale, pure se cadono in altra diocesi, come accade con quei territori che fanno parte del comprensorio netino. E, guarda caso, la festa si è conclusa domenica scorsa con la celebrazione eucaristica animata dalla comunità del Santissimo Salvatore di contrada Carbonaro, animata da don Paolo Alescio.