FERITE PER GLI OCCUPANTI DELLE DUE VETTURE GUARIBILI DAI 10 AI VENTI GIORNI


Incidente stradale tra due autovetture sulla SS. 115 in corrispondenza dello svincolo con Via Caitina. Una svolta non consentita è stata la causa del sinistro. Lo scontro è avvenuto tra un’Alfa 147, alla cui guida era il diciannovenne G.M. di Monterosso Almo, e una Volkswagen Golf, condotta dal modicano M.F., 20 anni. Nel primo veicolo si trovavano M.C. 17 anni, di Monterosso Almo, G.A, 17 anni e S.R., 16 anni, entrambi di Giarratana, e l’albanese residente a Giarratana L.A., di 17 anni. Erano stati a Modica per giocare una partita di calcetto. All’arrivo della pattuglia del Nucleo di Pronto Intervento della Polizia Municipale, a bordo della Golf c’era solo il conducente. Scattato l’allarme, sul posto sono confluite alcune ambulanze che hanno trasferito  le sei persone al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore.

Nel prosequio delle indagini la polizia municipale veniva a conoscenza che sulla Volkswagen viaggiavano altre tre persone che, subito dopo l’impatto, si erano ingiustificatamente allontanate. Si riusciva a risalire alle interessate che sono state rintracciate nelle rispettive abitazioni. Anche queste venivano trasferite all’Ospedale Maggiore ed identificate per P.S., 16 anni, e C.R., 14 anni, entrambe di Modica, e A.R., 17 anni, di Pozzallo. Per tutti i minori coinvolti è stato necessario avvertire i genitori ai quali sono stati affidati. I medici, dopo le cure, rilasciavano attestazioni che stabilivano prognosi per tutti e nove variabili da dieci a venti giorni. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i vigili del fuoco. Gli agenti del Commissariato hanno disciplinato la circolazione veicolare che ha subito pesanti rallentamenti.

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it