COMINCIA IL PROCESSO PER LA TRAGEDIA DI VIAREGGIO


Lunedì 7 marzo, è stata avviata alla Fiera di Lucca la fase tecnica che procede il processo per la strage di Viareggio, ove il 29 giugno 2009 perse la vita il pozzallese Rosario Campo di 42 anni. Il giovane abitava con la sua famiglia nella vicina località di Massarosa. Sullo scooter, assieme alla moglie, stava attraversando il cavalcavia della stazione ferroviaria  nel momento in cui scoppiava la terribile esplosione.

Il povero Rosario è morto sul colpo mentre la moglie è rimasta gravemente ferita. “Il pensiero mio personale e dei componenti la Giunta municipale – dichiara il sindaco Giuseppe Sulsenti – va alla moglie, ai figli e ai familiari del povero nostro concittadino che, trasferitosi in Versilia negli anni ’80 per motivi di lavoro, era riuscito a ritagliarsi un importante spazio di imprenditore. L’auspicio è che si accerti fino in fondo la verità su quello che è successo e che i responsabili siano chiamati a rendere conto di colpe o negligenze che hanno portato dolore e lutto nelle famiglie dei 32 morti e sofferenze fra i numerosi feriti.

Colgo l’occasione per ribadire che da sindaco della città farò di tutto per fare insediare nel territorio aziende specializzate nel settore degli arredi navali, in modo da favorire il ritorno a casa di decine di nostri artigiani e tecnici del settore”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it