';

Avola: autista del 118 interviene per prestare soccorso in un incidente e viene aggredito


Interviene sul luogo di un incidente stradale per prestare soccorso ma viene aggredito da due persone. E accaduto a un autista soccorritore del 118 alle dipendenze della Seus in servizio nella postazione di Avola (Siracusa) nella notte tra il 17 e il 18 luglio. Lo denuncia la Fials 118 che esprime solidarietà ai lavoratori e al soccorritore, che “pur subendo così inaudita violenza, profanato nella propria dignità, ha saputo gestire un simile evento con tanta freddezza e lucidità, preoccupandosi unicamente di salvaguardare l’utente sofferente riverso sull’asfalto”. La Fials condanna fermamente l’episodio.

“Chiediamo l’adozione di misure più concrete in difesa del personale Seus in servizio a bordo delle ambulanze – dice il coordinamento regionale Fials 118 – invitiamo l’azienda a mettere a disposizione l’ufficio legale per i dipendenti che dovessero incorrere in tali circostanze”.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dal sindacato “durante l’espletamento del servizio l’equipaggio dell’ambulanza, composto da due autisti-soccorritori, sarebbe intervenuto per prestare soccorso a seguito di un incidente stradale a uno scooterista.

Sul posto erano presenti due persone che sarebbero state invitate diverse volte dai due operatori ad allontanarsi per consentire di trattare il giovane infortunato”. “Per questo motivo uno dei due individui – spiega la Fials – si sarebbe scagliato con cinica violenza contro il dipendente della Seus mentre l’altro ha minacciato di morte lo stesso soccorritore già picchiato.

Il soccorritore aggredito, solo dopo aver portato a termine l’intervento, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Di Maria di Avola e rimesso alle cure dei sanitari. Per l’episodio è stata presentata denuncia”.