';

Successo dei modicani al campionato Italiano giovani macellai. Sul podio Claudio Fidone


Si è svolto domenica scorsa a Modena nell’ambito della settima edizione di iMeat, l’appuntamento con l’innovazione del comparto carne, la finalissima del Campionato italiano giovani macellai promosso da Federcarni. In gara 16 macellai under 35 che hanno sbaragliato la concorrenza di 100 colleghi durante le eliminatorie e le semifinali.

Tra i Finalisti anche i modicani Claudio Fidone che si è aggiudicato il terzo posto, ed ancora il quarto posto per Giuliano Rivarolo ed il quinto per Lorenzo Agosta.

“Il campionato è stato voluto per avvicinare i giovani al nostro lavoro – spiega il presidente di Federcarni, Maurizio Arosio – e per creare le basi per l’associazione di domani, dove forze nuove continueranno l’opera di sostegno ai macellai italiani. Il percorso è stato accidentato. Il Covid ha costretto il progetto a molti rinvii ma, nonostante le difficoltà e alcuni limiti, siamo riusciti a condurre il progetto in porto e siamo soddisfatti. Come confermato da più studi recenti, i consumatori si fidano sempre di più del macellaio sotto casa e ne riconoscono il ruolo di garante della qualità e della salubrità del prodotto. Un macellaio formato e informato, in grado di selezionare e lavorare con maestria carni pregiate e sicure, con alle spalle un rapporto di fiducia forte con il proprio cliente che assicura equilibrio a tutta la filiera”. Per rispondere sempre meglio alle richieste dei consumatori informati, l’Università di Bologna e Federcarni hanno ideato il primo e unico corso di formazione per professionisti della filiera.