Droga, lavoro irregolare, contraffazione: le operazioni di ferragosto dell GdF - Ragusa Oggi

Droga, lavoro irregolare, contraffazione: le operazioni di ferragosto dell GdF


Condividi su:


Droga, lavoro irregolare, contraffazione: le operazioni di ferragosto dell GdF
Cronaca
20 agosto 2019 10:08

Nel corso della scorsa settimana, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa hanno dato attuazione ad un piano di rafforzamento straordinario del dispositivo di sicurezza economico-finanziario del territorio, finalizzato al contrasto ai traffici illeciti, così come disposto a livello centrale dal Comando Generale.

Diversi sono stati gli interventi eseguiti dalle oltre 50 pattuglie impiegate nella settimana di Ferragosto in queste specifiche attività, con particolare attenzione in alle località rivierasche con vocazione turistica e ai centri di aggregazione giovanile.
Inoltre, i militari del Corpo sono stati impegnati anche nello svolgimento di attività congiunte con le altre Forze di Polizia, al fine di garantire l’ordine e la sicurezza pubblica, nonché il corretto rispetto della normativa in materia di emissioni sonore nei locali pubblici e di vendita/somministrazione di bevande alcoliche.

Nel corso dei controlli effettuati, sono stati fermati 9 soggetti trovati in possesso di diversi grammi di marijuana e hashish. La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro, mentre i predetti soggetti sono stati segnalati alla locale Prefettura ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90.

Nell’ambito delle attività eseguite nel comparto economico-finanziario, oltre ai consueti controlli per il rispetto dell’obbligo di emissione e tenuta della documentazione fiscale, sono stati effettuati numerosi accessi ispettivi in materia di lavoro, riscontrando la presenza di 8 lavoratori irregolari, di cui 2 privi anche di permesso di soggiorno.

Altri controlli hanno riguardato il contrasto del fenomeno della contraffazione e della sicurezza dei prodotti.
In tale ambito, le Fiamme Gialle iblee hanno scoperto due soggetti in possesso di scarpe riportanti marchi contraffatti di note griffe, quali Adidas e Nike.
I predetti articoli sono stati sottoposti a sequestro, mentre i due soggetti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ragusa per contraffazione e ricettazione.

Al termine degli accertamenti effettuati nel periodo ferragostano, i finanziari iblei hanno anche sottoposto a sequestro oltre 65.000 articoli ritenuti non sicuri.

In particolare, la maggior parte degli articoli sottoposti a sequestro è risultata sprovvista della marcatura “CE”, indice di sicurezza e conformità del prodotto alla normativa vigente. Tale marcatura garantisce ai consumatori che il prodotto sia stato controllato prima di essere immesso sul mercato e che lo stesso rispetti tutte le regole per quanto riguarda la sicurezza, la salute e la protezione ambientale.

Si tratta per lo più di giocattoli, salvagenti, lettini, cuffie, racchettoni, palline, corde, etichette adesive, accessori per l’abbigliamento e articoli vari, tutti prodotti destinati prevalentemente ad una platea di consumatori quali bambini ed adolescenti.
Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e i titolari degli esercizi commerciali, in totale 7, sono stati segnalati alla Camera di Commercio ai sensi del Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005) ed ora rischiano sanzioni fino a 25.000 euro.

Per evitare rischi è opportuno rivolgersi sempre a punti vendita ed operatori commerciali affidabili, controllando le etichette dei prodotti acquistati, che devono riportare con chiarezza le informazioni relative al produttore, nonché le istruzioni d’uso.

Le attività di controllo proseguiranno su tutto il territorio della provincia fino al termine dell’estate e testimoniano l’attenzione delle Fiamme Gialle iblee nel contrasto di questi fenomeni che presentano profili di rischio, per la tutela dei consumatori e delle imprese che rispettano le regole del mercato.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria