';

A Vittoria il sindaco Aiello chiama a raccolta la città dopo gli episodi criminosi


La città di Vittoria risponde presente all'appello lanciato dal sindaco Francesco Aiello, che ha convocato un tavolo per la sicurezza.

L'incontro che si è tenuto ieri, alla sala "Gianni Molé" era aperto alle rappresentanze sociali e civili della città. Erano presenti le associazioni di categoria, i sindacati, i rappresentati di tutte le scuole cittadine e le associazioni di protezione Civile.  Anche il clero era presente con don Salvatore Mallemi in rappresentanza di tutte le chiese di Vittoria.


"L'incontro di oggi rappresenta un piccolo segnale, ma qualcosa si sta muovendo, questo è un segnale importante per una città come Vittoria che ha tanti problemi da risolvere. L'importanza di questo incontro è quello di chiamare la città alla mobilitazione. Chiediamo aiuto anche tutte le forze politiche della città. Chiediamo allo Stato di essere presente con tante iniziative. In questi giorni abbiamo avuto due comitati per la sicurezza.  Con la Prefettura abbiamo concordato alcune misure, come il potenziamento delle forze dell’ordine per il controllo del territorio. Anche l'Amministrazione comunale dal canto suo, deve fare la sua parte. Già la settimana scorsa, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, abbiamo organizzato servizi con diverse pattuglie di volontari che hanno fatto notare la loro presenza in tutto il centro storico. Sono dei tutori dello Stato che con la loro presenza fungono da deterrente a qualsiasi azione violenta di qualche malintenzionato. 

La sicurezza rimane un bene comune imprescindibile. È un appello accorato che lancio alla città, all'associazionismo, alle scuole. Dobbiamo spingere tutti verso la rinascita di Vittoria” – ha dichiarato il Sindaco Francesco Aiello.