A 40 anni dalla dismissione dei missili Cruise, i Carabinieri e gli americani tornano a riunirsi a Comiso


Ex Base Comiso, a distanza di quasi 40 anni dalla dismissione del sistema d’arma GLCM (Ground Lancher Cruise Missil), il 12 giugno i Carabinieri che hanno prestato servizio presso il disciolto Reparto CC Sicurezza, operativo dal 1983 al 1991, all’interno della Base di Comiso, unitamente a rappresentanti militari del 487° TMW dell’Air Force statunitense, venuti appositamente dagli Stati Uniti, tornano a riunirsi con l’entusiasmo e lo spirito goliardico che li contraddistingue.

All’insegna di una solida amicizia nata nel contesto lavorativo che il tempo non ha scalfito, i militari (ormai quasi tutti in congedo), hanno organizzato questo raduno, da tempo programmato, che coincide con un momento storico che il mondo tutto sta vivendo con trepidazione.

Spunto per rievocare nella memoria di tutti, quel passo decisivo e di importanza strategica che alla fine degli anni ’90 portò ad una significativa azione verso il disarmo nucleare, riducendo considerevolmente gli arsenali, alimentati dalle super potenze nel periodo della guerra fredda.

Tali eventi hanno garantito per diversi decenni una tregua tra il blocco Orientale e Occidentale (argomento che purtroppo è tornato prepotentemente di grande attualità).

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it