Sostenibilità ed efficenza energetica: importanti novità rivolte ai Comuni pronti alla sfida e sensibili alla svolta green


Il presidente di Sicindustria Ragusa, Leonardo Licitra, rilancia sul territorio i contenuti dell’avviso C.S.E. 2022 del MiTE, invitando gli enti locali iblei ad accedere al finanziamento previsto per negoziare l’acquisto di prodotti per l’efficientamento energetico degli edifici, la produzione di energia da fonti rinnovabili ed interventi di relamping attraverso i quali si potrà procedere con la sostituzione di un’illuminazione obsoleta con apparecchi di ultima generazione e a basso consumo.

“Gli interventi – evidenzia il presidente Licitra – riguardano edifici di proprietà delle amministrazioni comunali posti sul territorio nazionale e adibiti a uso pubblico. Ogni amministrazione può presentare fino a un massimo di cinque istanze di contributo, ciascuna non inferiore a 40mila euro, e non superiore alla soglia di rilevanza comunitaria (attualmente pari a 215mila euro)”.

“Una volta effettuata l’acquisizione sul MePA, i Comuni possono accedere alla Piattaforma telematica CSE 2022 e avviare la richiesta di finanziamento, la cui trasmissione potrà avvenire a partire dal 30 novembre, sino a esaurimento della dotazione finanziaria e comunque non oltre il 28 febbraio 2023”.

Il finanziamento è concesso attraverso uno sportello, nella forma del contributo a fondo perduto pari al 100% dei costi ammissibili. I contributi saranno assegnati fino a esaurimento delle risorse disponibili complessivamente pari a 320 milioni di euro a valere sulle risorse dell’iniziativa “REACT – EU” destinate all’Asse prioritario VI del Programma Operativo Nazionale (PON) “Imprese e competitività” 2014-2020.

“Il 50% di queste risorse – aggiunge ancora Leonardo Licitra – è riservato agli interventi nelle regioni del Mezzogiorno. Si tratta quindi di una opportunità enorme a disposizione degli enti pubblici in Sicilia”.

La misura rappresenta una opportunità anche per le Imprese che attraverso la piattaforma digitale MePa possono diventare fornitori delle Pubbliche Amministrazioni per gli acquisti sotto soglia comunitaria di beni, servizi e lavori. In qualsiasi momento le imprese possono avviare la richiesta di abilitazione e le Amministrazioni possono acquistare scegliendo le offerte pubblicate direttamente dal catalogo oppure negoziando con i fornitori abilitati.

“Sicindustria Ragusa è a disposizione per il supporto informativo e tecnico, al fine di agevolare le Imprese e gli Enti nell’accesso a queste misure emanate per sostenere la svolta ‘green’ di chi è pronto a cogliere la sfida”, conclude Licitra.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it