Rosario Cerruto, il carabinierere ucciso: intitolazione di un'area pubblica - Ragusa Oggi

Rosario Cerruto, il carabinierere ucciso: intitolazione di un’area pubblica


Condividi su:


Rosario Cerruto, il carabinierere ucciso: intitolazione di un’area pubblica
Attualità
17 settembre 2019 15:53

La cerimonia d’intitolazione dell’area pubblica, uno spazio a verde con annessa bambinopoli, in Via Giovanni Leone (strada di collegamento tra la Via Risorgimento e la Via Resistenza Partigiana), al Carabiniere modicano Rosario Cerruto, in occasione del 34° anniversario della sua uccisione, è fissata per sabato 21 settembre p.v. alle ore 9,30 nella sala consiliare di Palazzo San Domenico. Subito dopo i partecipanti raggiungeranno Via Risorgimento, dove sarà scoperta la targa d’intitolazione.

La cerimonia, organizzata dall’Ente di concerto con il Comando dei Carabinieri, intende ricordare il carabiniere deceduto per mano assassina nel dicembre del 1985 e il cui corpo fu rinvenuto in un’area di sosta tra Sala Consilina e Pola all’interno della sua Fiat Uno e ravvicinato bersaglio di un colpo di pistola al cuore.
Era in viaggio, percorrendo l’autostrada Salerno – Reggio Calabria, per Modica per trascorrere in famiglia le feste natalizie.

Rosario Cerruto allora venticinquenne, prestava servizio a San Marcello Pistoiese, una frazione del comune di San Marcello Piteglio, nella provincia di Pistoia, in Toscana.
La città intende in questo modo dare giusto omaggio civile e militare e benemerenza civica a un suo figlio di cui ancora i familiari e la comunità attendono giustizia attorno a questo caso non ancora risolto.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria