';

Ragusa, la grande giornata del Rugby


Il Mini-rugby della mattinata di domenica ha dato un piccolo saggio delle grandi potenzialità di un impianto totalmente rinnovato, quale lo stadio del Ragusa Rugby di via Forlanini.

Una grande festa di sport, che ha visto la presenza dei Tauri San Cataldo, Fenici Marsala, San Gregorio e Cus Catania, oltre, naturalmente, ai piccoli atleti del Ragusa Rugby.

Presenza massiccia, di genitori e ragazzi, tutti uniti in una bella giornata di sport.

“Quando possiamo – spiega Andrea Minnucci, Tauri San Cataldo – non perdiamo occasione per uscire e per divertirci insieme agli altri piccoli atleti siciliani. E quella di oggi è stata davvero una bella giornata, ben organizzata e molto partecipata”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giorgio Carbonaro, Ragusa Rugby, e Marco Quattrociocchi, Fenici Marsala. “Ci voleva – spiegano entrambi – la pandemia ha rappresentato un durissimo placcaggio, ma siamo cresciuti e, in qualche modo, cerchiamo di far crescere i nostri ragazzi. Ci rialziamo e ricominciamo a fare come prima e meglio di prima”.

Soddisfatto il presidente del Ragusa Rugby Union, Erman Dinatale. “Posso solo fare i complimenti a tutte le formazioni siciliane che hanno voluto onorarci della loro presenza e che hanno reso possibile questa splendida giornata, ricca di ragazzi e di divertimento, all’insegna della palla ovale”.

Subito dopo, la palla è “passata” alla Senior Femminile, impegnata nel raggrupamento di Coppa Italia Sicilia, contro il Cus Catania, ancora una volta vincitore, Nissa Rugby, che ha poi partecipato unendosi con le atlete iblee, e Briganti di Librino.

Migliore in campo, per le iblee, Ludovica Gurrieri, mentre i tecnici delle quattro squadre hanno eletto, migliore in campo complessivo, Enrica Pandolfo, Cus Catania.

“E’ stato un momento bellissimo – spiegano entrambe – anche perchè con la nuova formula del seven è tutto ancora più spettacolare e avvincente”.

Un concetto ripreso anche da Lorenzo Dimartino, coach della Senior Femminile. “E’ una formula molto interessante, al di là della spettacolarità maggiore rispetto al passato. Anche perchè, per affrontare una sfida a tutto campo ci vuole preparazione e testa. E tanto, tanto lavoro”.

Soddisfatto anche il coach del Nissa, Fabrizio Blandi. “Ormai con Lorenzo siamo in piena sintonia – spiega – ma ciò che più conta è il grande divertimento che tutte, dalle più piccole alle più grandi, hanno potuto sperimentare in una giornata, importante, di entusiasmo e socialità”.

Salvo Muscuso, coach del Cus Catania, ha ricordato, invece, “che proprio sabato, a Catania, è in programma un Seven con le atlete maltesi, che coinvolgerà le migliori atlete delle squadre siciliane. E’ un momento importante, anche perchè uno dei nostri obiettivi è la creazione di un XV femminile siciliano che possa oltrepassare lo Stretto e sfidare le migliori realtà femminili italiane. Siamo pronti”.

Alla selezione, parteciperanno quattro ragazze del Ragusa Rugby e, per la selezione maschile, cinque ragazzi della formazione iblea. Allenamenti nel corso della settimana e selezione per la discesa in campo, entro sabato.