Modica è da oggi città "Cardioprotetta". Avimecc dona una delle tre apparecchiature - Ragusa Oggi

Modica è da oggi città “Cardioprotetta”. Avimecc dona una delle tre apparecchiature


Condividi su:


Modica è da oggi città “Cardioprotetta”. Avimecc dona una delle tre apparecchiature
Attualità
2 maggio 2018 14:11

Sono stati installati questa mattina in tre snodi fondamentali di Modica i primi totem con defibrillatore DAE.  A seguire i lavori l’Assessore alla Polizia Locale, Pietro Lorefice. I luoghi individuati sono Corso Umberto (di fronte Piazza Matteotti) per Modica Bassa, Piazza Libertà per la Sorda e Piazza Carcere per Modica Alta. La loro installazione fa parte del progetto “Modica Città cardioprotetta”, un protocollo d’intesa siglato dal Comune di Modica, dall’ASP e dall’Associazione “Amicuore” che mira a fornire la Città di tali apparecchiature importantissime per la salvaguardia della salute pubblica. Una delle tre apparecchiature è stata donata alla città da Avimecc. Per un corretto utilizzo, l’Associazione Amicuore organizza gratuitamente i corsi di formazione rivolti in particolare ai commercianti e ai residenti delle zone dove sono installati i totem. Chiunque però può prendervi parte contattando l’Associazione Amicuore ed iscrivendosi. Domani, 3 maggio, alle 17:30 presso la sala conferenze di Palazzo della Cultura si terrà la conferenza di presentazione del progetto alla presenza della presidente dell’Associazione Amicuore, Lucia Ingarao, del Direttore Generale Asp, Lucio Ficarra e del Sindaco di Modica, Ignazio Abbate. “E’ un traguardo importante quello che tagliamo oggi – commenta il Primo Cittadino – perché finalmente siamo riusciti a far decollare il progetto per il quale ringrazio la disponibilità sia dell’ASP che dell’Associazione Amicuore. Altrettanto importante sarà l’avvio dei corsi di formazione senza i quali sarebbe inutile anche la presenza dei totem. Pertanto invito quanti più cittadini possibili ad iscriversi ed in particolare i commercianti ed i residenti della zone interessate in modo che ci sia sempre qualcuno in loco capace di poterli utilizzare al bisogno”.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria