Michele Polino ri-cambia partito. Sarà tutto “rose e fiori”?


Si continuano a registrare passaggi politici da un partito all’altro a Modica in vista delle prossime amministrative.

Assestamenti che secondo le intenzioni degli attori dovrebbero servire a garantire nella migliore delle ipotesi la loro  riconferma a Palazzo San Domenico, magari tra le fila di una maggioranza politica.

Ultimo in ordine di tempo il passaggio, l’ennesimo anche in questo caso, di Michele Polino, Consigliere comunale e vice presidente del massimo consesso cittadino, eletto nel 2013 nella lista “Ignazio Abbate – Sindaco”.

Ha comunicato in una nota che aderisce ufficialmente al movimento politico che fa capo al presidente della Regione, on. Nello Musumeci.

“La mia adesione al grande ‘patto civico regionale’ lanciato da Nello Musumeci – dichiara Polino – arriva in un momento delicato della vita amministrativa della nostra città. Gli impegni elettorali che ci attendono dovranno servire a mutare le logiche che hanno guidato quest’ultima fase della vita politica cittadina e offrire speranze e prospettive nuove e diverse ai cittadini. Il movimento #Diventerà bellissima si sta organizzando sul territorio provinciale a conferma della bontà del progetto politico e del successo elettorale ottenuto nel corso delle regionali con l’elezione di Nello Musumeci e di Giorgio Assenza. Nuove sfide ci attendono: sapremo farci trovare pronti, dando forza alle istanze che puntano a dare centralità e prospettive di crescita al nostro territorio”.

Al di là delle buone intenzioni resta però un dato politico che il consigliere Polino non deve sottovalutare.

Il Sindaco Abbate ultimamente non ha fatto mistero della sua vicinanza al Governatore Musumec, leader di #diventeràbellissima, e non possiamo certo affermare che il consigliere Polino sia  gradito ad Abbate,  soprattutto dopo le sue peregrinazioni  politiche che partono proprio da una lista collegata al primo cittadino. La sua allocazione in #diventeràbellissima potrebbe quindi trasformarsi in un suicidio politico se il primo cittadino, in vista di possibili accordi elettorali con Musumeci,  dovesse mettere un veto sul nome di Polino. Ad Abbate infatti non farebbe certo piacere ritrovarsi il fedifrago Polino in una lista collegata alla sua candidatura.

Alla luce di ciò riteniamo l’ipotesi del veto molto concreta.

Saranno dolori quindi per Polino che oggi esulta e domani?

Meglio non pensarci adesso. D’altronde Lorenzo De’ Medici diceva: “Chi vuol esser lieto sia, del doman non v’è certezza.”

 

 

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it