Calcio: Modica-Santa Croce 0-0


Avanti in coppa. Il Modica elimina il Santa Croce e prosegue il suo cammino nella fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza. Finisce 0-0 il match odierno di ritorno, al termine di una partita dove l’inerzia è sempre stata del Modica che ha avito almeno tre nitide occasioni per far gol, non riuscendo a concretizzarle. Il Santa Croce di Gaetano Lucenti, ha mostrato di essere una squadra ‘di categoria’, con gente di grande esperienza e spessore come Ravalli, capace di congelare la gara in alcuni momenti ma, alla fine, senza impensierire più di tanto Incatasciato, praticamente inoperoso per tutti i 90 minuti.

Giancarlo Betta, cambia qualcosa nell’11 iniziale rispetto alla gara persa in casa contro la Nebros e schiera dall’inizio Scrugli e Prezzabile, sostituiti nella seconda metà della ripresa. Agodirin, dopo pochi minuti, segna il gol dell’1-0, annullato dall’arbitro per un discutibile fuorigioco. Al 20esimo, l’occasione gol più nitida della partita. Intuizione di Falco sul lato di sinistra dell’attacco del Modica, tiro sul secondo palo e, a portiere battuto, il legno che ferma la conclusione; la palla finisce ad Agodirn che ci prova in condizioni precarie di equilibrio, colpendo la traversa. Al37esimo, l’unico intervento di Incatasciato su un destro di Reale. Nella ripresa, inerzia e supremazia territoriale del Modica che non concretizza. La palla migliore, su azione d’angolo, capita nella testa di Vindigni che gira fuori a pochi metri dal gol. Poi il triplice fischio dopo 6 minuti di recupero, che sancisce il passaggio del turno del Modica dopo il 2-2 del Kennedy, lo scorso 28 agosto. Il Modica, giocherà al ‘Borgese’ di Comiso, mercoledì prossimo, l’andata del secondo turno della Coppa Italia di Eccellenza, gli ottavi di finale; il ritorno a Modica, il 18 di ottobre

Giancarlo Betta: E’ stata una partita difficile, rognosa, contro una squadra che si calza addosso la categoria e che è stata sempre dentro il match. Noi abbiamo avuto qualche occasione ma dobbiamo essere più precisi nell’ultimo passaggio e meno ‘narcisi’ quando c’è da essere concreti.

Questo è un difetto che ci portiamo appresso e su cui dobbiamo lavorare. Ci sono stati situazioni nitide dove potevamo far gol ma le scelte non sono state quelle giuste. Comunque, non abbiamo rischiato e andiamo avanti
Carlo Incasciato: Ho vissuto un pomeriggio senza grandi spaventi anche se, in gare come questa, c’è da stare sempre in tensione. Potevamo far gol e alla fine, loro c’hanno pressato ed hanno avuto due corner nel recupero che c’hanno messo un pò di tensione. Però credo che non abbiamo mai rischiato e continuiamo il nostro cammino in questa manifestazione, senza problemi
Antonio Carpintieri: Peccato per come è andata perchè credo che avremmo meritato di vincere; in campo, la rete di Agodirin mi è parsa regolare. Poi abbiamo avuto un po’ di sfortuna con i due legni nella stessa azione; credo che non abbiamo sofferto ed abbiamo passato il turno meritatamente

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it