Calcio: Coppa Italia, il Ragusa Calcio passa il turno dopo i calci di rigore


Dopo una sequenza infinita di calci di rigore, tanto che è stato necessario arrivare a fare tirare i portieri visto che la possibilità della fase a oltranza per tutti i giocatori in campo era stata esaurita, il Ragusa l’ha spuntata sul Canicattì nel turno preliminare di Coppa Italia. Le aquile azzurre, ieri vittoriose allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio, con il risultato di 10-9, per l’appunto dopo i tiri dal dischetto, incontreranno il prossimo mese in trasferta l’Acireale. 

Decisivi i rigori battuti dai portieri delle rispettive squadre. Ma mentre Amato si è fatto parare con i piedi la sua conclusione da Busà, quest’ultimo è stato impeccabile dagli undici metri, consegnando di fatto il pass per il turno successivo alla sua squadra. Durante i tempi regolamentari, da annotare l’1-0 firmato da un imprendibile diagonale di Cess a cui ha risposto, qualche minuto dopo, Manfré con una conclusione da distanza ravvicinata.

“Dopo che arrivi da una sconfitta – sottolinea il tecnico azzurro, Filippo Raciti – la vittoria fa sempre morale, fa sempre piacere. Il tutto ha generato quel quid di entusiasmo che non guasta. A parte ogni cosa, i ragazzi hanno dato vita a una buonissima prestazione nell’arco dei novanta minuti. Abbiamo fatto ruotare molti elementi, in particolare quelli che la domenica precedente non avevano giocato. Sono contento di chi è partito dall’inizio e di chi è entrato in corso d’opera. Credo che, anche se alla fine il passaggio del turno è arrivato dopo i calci di rigore, nell’arco del match non ho nulla di cui potermi lamentare e questo comunque era quello che avevo chiesto ai ragazzi, dare vita, cioè, a una prestazione buona, importante, avevo chiesto di tornare, se possibile, alla vittoria, e questo è accaduto”. 



E Raciti aggiunge a proposito del goal subito: “E’ stata una disattenzione, ma credo che nell’arco dell’intera gara Pertosa abbia fatto una prestazione sopra le righe. Ovviamente capita che commetti mezzo errore e prendi goal. Ma questo già lo sappiamo, ci lavoriamo tutti i giorni. Alla fine, non manca mai da parte dei ragazzi la voglia, non manca mai la determinazione e questo è l’aspetto che, al momento, ci interessa più di altri”.

E il direttore generale Alessio Puma continua spiegando che “l’organico azzurro si sta rivelando all’altezza della situazione, così come speravamo. Per noi essere in Serie D è un impegno non da poco ma lo stiamo onorando nella maniera migliore. Adesso ci attende la seconda giornata di campionato, mercoledì, sul campo della Mariglianese. Sarà una sfida molto interessante in cui dovremo dare fondo a tutte le nostre risorse per cercare di cominciare a fare punti”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it