';

Bimbo di 4 anni ha atteso oltre dieci ore al pronto soccorso di Modica. Aveva una ferita alla testa


Oltre 10 ore di attesa al pronto soccorso per un bambino di soli 4 anni che, cadendo, si era procurato una ferita  alla testa. E’ quanto accaduto nella giornata di ieri a Modica all’ospedale Maggiore  dove una mamma col suo bambino di 4 anni ha atteso dalle 13.00 in fila al pronto soccorso sino alle 23.00 per ricevere le  prime cure per il  proprio bambino che, caduto accidentalmente, aveva riportato una  ferita profonda alla testa. Per il bambino dopo esser stato catalogato in codice bianco all’arrivo in ospedale, è iniziata la lunga attesa determinata dai numerosi accessi alla struttura sanitaria anche da parte delle ambulanze. Nonostante i ripetuti solleciti e la buona volontà dei sanitari del pronto soccorso, purtroppo i tempi della visita non si sono potuti accorciare e così, soltanto alle 23 il bambino è stato visitato, con l’amara scoperta che in realtà il codice non era bianco bensì giallo, e che ancora bisognava attendere  che arrivasse la pediatra, nel frattempo allertata, per una visita specialistica che avrebbe dovuto accertare la presenza di un eventuale trauma cranico. In buona sostanza, ancora allo scoccare della mezzanotte, la mamma ed il proprio figlioletto erano in ospedale in attesa del referto medico. Una situazione decisamente incresciosa che purtroppo assume ancora di più una valenza grave se si considera che l’episodio registrato al pronto soccorso non è sporadico ma in pratica prassi quotidiana a Modica. Sono infatti decine gli utenti che attendono molte ore, prima di poter esser visitate dal medico di pronto soccorso, a causa dell’elevato numero di urgenze  a cui  la struttura sanitaria di primo intervento deve far fronte, spesso anche gravissime. Una situazione che non consente ai medici di poter lavorare serenamente come auspicano ed al personale di supporto di poter fornire quell’assistenza necessaria a chi, suo malgrado, si trova ad over fare ricorso alle cure dei sanitari.