Bike: due atleti del Gsd Almo convocati a Noto dal coordinatore squadre nazionali - Ragusa Oggi

Bike: due atleti del Gsd Almo convocati a Noto dal coordinatore squadre nazionali


Condividi su:


Ciclismo
15 febbraio 2021 11:05

Giuseppe Giuliana e Marco Brancato, juniores del Gsd Almo 1966, sono stati convocati sabato scorso a Noto dal coordinatore squadre nazionali Davide Cassani, su indicazione del commissario tecnico Marco Villa. Entrambi hanno sostenuto una serie di test specifici. Una bella soddisfazione per i due atleti che hanno avuto l’opportunità di mettere alla prova le proprie capacità al cospetto di altri atleti e nel contesto di uno staff di primo livello. Per i test metabolici e funzionali c’erano, infatti, i tecnici settore studi Silvia Epis (direttore tecnico settore nazionale giovanile) e Fausto Fabbioni; il tecnico regionale settore strada e pista del Cr Sicilia Nunzio Valuri che, assieme agli altri, ha coadiuvato i lavori per l’effettuazione dei test.

Presente anche il tecnico regionale del ciclismo su pista, Rosario La Rosa. “Il lavoro fin qui svolto ci consente di tracciare un bilancio positivo. Adesso, ci attende la conferma sulla bontà di queste azioni dalle gare che disputeremo. Ma possiamo senz’altro dire che il percorso di crescita è tracciato e che siamo molto fiduciosi sulle basi che riusciremo a porre per il futuro”. A dirlo sono Salvatore e Giuseppe D’Aquila del sodalizio monterossano alla luce delle suddette convocazioni e dopo che, anche nei giorni scorsi, è proseguita l’attività di consolidamento della preparazione atletica per le varie categorie del sodalizio monterossano.

Dopo il raduno collegiale tenutosi in sede, con allenamenti mirati lungo le salite delle varie strade provinciali, il Gsd Almo si proietta già al futuro e non vede l’ora di misurarsi con gli avversari per quanto riguarda le prove nei campionati regionali di categoria. “I nostri direttori sportivi, Vincenzo Figura ed Enrico Tela – proseguono ancora i due D’Aquila – stanno conducendo un lavoro mirato, frutto dei risultati arrivati con i test incrementali che abbiamo ottenuto durante la fase preparatoria del raduno.

Sappiamo, insomma, quali sono gli aspetti in cui dovremo essere più incisivi, in cui, come dire, dovremo cercare di forzare la mano e cercheremo di andare avanti con la stessa determinazione di sempre. Abbiamo molte prove da sostenere nel corso di questa stagione e siamo convinti che riusciremo ad affrontarle con maggiore perizia rispetto al passato proprio per la bontà dell’attività preparatoria che è stata effettuata”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria