Ascensori ancora guasti a Treppiedi: “Costretti a chiamare i pompieri ogni volta per tornare a casa”

Nel condominio del Lotto 46 di Treppiedi Nord a Modica la “questione ascensori” come ormai viene chiamata da tutti, resta ancora in sospeso. I due ascensori continuano a non funzionare da molti mesi, nonostante i pensati disagi subiti dai condomini, soprattutto per coloro che vivono condizioni di vulnerabilità e malattia.

Qualche tempo fa uno degli ascensori era stato sottoposto a una lunghissima opera di manutenzione straordinaria, durata una decina di giorni, grazie all’intervento dello IACP, responsabile dell’immbile. L’ascensore, però, funziona a singhiozzo e al massimo ogni due giorni si blocca o perchè vanno in tilt le componenti elettriche o perché, come si verifica da qualche giorno, la porta di ingresso dell’ascensore non si chiude. Quest’ultima anomalia si ripresenta da almeno 15 giorni, tant’è che il tecnico ascensorista è dovuto intervenire già tre volte. A denunciare questa anomala situazione è Salvatore Terranova della segretario della camera del lavoro di Modica.

CONDOMINI COSTRETTI A CHIEDERE L’INTERVENTO DEI POMPIERI

Ma la cosa ancora più grave, segnala, è che i condomini, quelli in stato di vera difficoltà fisica o psico-fisica, devono far ricorso all’intevento dei pompieri per essere portati nella loro abitazione.

L’altro ascensore è ancora in attesa di essere rimesso in funzione. Dopo due mesi, cioè da quando l’Iacp ha assunto l’impegno di ripristinare quest’altro ascensore, ancora nulla, nessun intervento. Va ricordato che quell’ascensore dovrebbe sostenere i movimenti di 39 famiglie.

Salvatore Terranova, infine, dichiara: “Aspettiamo fin alla prossima settimana, e se il problema denunciato persisterà, mobiliteremo tutti i condomini e li accompagneremo, una di queste mattine, sia al Comune che all’Iacp, per capire come e cosa intendono fare”.

Abbiamo provato a contattare telefonicamente il commissario dello IACP, dottor Paolo Santoro, per avere una replica ma senza esito. Restiamo a disposizione qualora voglia replicare e chiarire la situazione.

© Riproduzione riservata

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it