Maltempo: allagamenti, alberi abbattuti, strade interrotte. Ecco il quadro nell’area iblea


Alcuni black out elettrici e carenza idrica, strade interrotte, pali della luce pericolanti, alberi abbattuti, distacco di calcinacci. Il maltempo che si è abbattuto in queste ore nella provincia di Ragusa e in Sicilia sta provocando danni in tutto il territorio: non solo pioggia ma è il forte vento a preoccupare. I vigili del fuoco consigliano di restare a casa. Diversi gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco e dalla Protezione Civile per pali della luce pericolanti, alberi abbattuti, distacco di finestre, tendoni, canne fumarie e calcinacci. In provincia di Siracusa Il vento ha danneggiato numerose attività commerciali, spazzando via i tendoni dei dehors. Strade impercorribili per allagamenti e alberi sulla carreggiata tra Rosolini e Pachino. Strade bloccate anche ad Augusta. Allagamenti anche a Vittoria, Santa Croce Camerina e in altri Comuni iblei. 

Alberi abbattuti che hanno interrotto i collegamenti stradali, pali divelti, distacco di finestre ed allagamenti nel vittoriese, con il collegamento per Scoglitti in parte bloccato da alcuni alberi. 

A Santa Croce Camerina molti i disagi causati dall’abbondante pioggia e dalle forti raffiche di vento, che hanno visto impegnati la Protezione Civile congiuntamente alla Polizia Municipale. Diversi i tratti di strada chiusi per allagamenti o per caduta alberi sulla sede stradale. Al momento tutte le segnalazioni e le difficoltà segnalate sono rientrate e risolte per assicurare la corretta viabilità ma invito i cittadini sempre alla massima prudenza.


“Stamani abbiamo effettuato diversi sopralluoghi nei punti interessati con il responsabile dell’Ufficio Tecnico e ho già chiesto di mettere in agenda una verifica tecnica di ciò che è successo coinvolgendo tutti gli uffici interessati – spiega il sindaco Peppe Dimartino – Questi fenomeni estremi di pioggia sono sempre più frequenti e l’ambito urbano deve adattarsi nel modo migliore al cambiamento climatico. Oltre ai progetti già in atto per la regimentazione delle acque piovane in diverse zone della fascia costiera, si deve intervenire attenzionando anche altri punti del paese dove determinate criticità esistono, cicliche, da anni. Come spesso mi preme sottolineare voglio ringraziare per l’impegno e gli sforzi tutto il personale del gruppo Protezione Civile del Comune di Santa Croce Camerina, la Polizia Municipale, l’Ufficio Tecnico e tutte le persone che, da semplici cittadini, ci hanno dato una mano nell’interessa della collettività”. ricerca fotografica di Franco Assenza

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it