Maltempo: danneggiata rete elettrica in vari Comuni iblei. In arrivo sei squadre dell’Enel


Emergenza elettrica in vari Comuni iblei con problemi su più fronti, sia alla linea pubblica che nelle abitazioni private. In arrivo sei squadre ENEL. Sono 2400 le segnalazioni finora giunte alla società elettrica. A Ragusa vari problemi e anche danni alle reti che alimentano le pompe d'acqua e dunque parte della città potrebbe avere problemi di natura idrica. Il maltempo di queste ore ha infatti causato un guasto nelle linee di alimentazione elettrica dell'impianto di sollevamento di Contrada Lusia. Questo potrà determinare criticità nella fornitura idropotabile in alcuni quartieri della città (zone Cappuccini, Via Archimede, Palazzello). 


Il Comune raccomanda ai cittadini "un utilizzo controllato" dell'acqua "nelle more del ripristino della normalità". "In totale – si legge in una nota del Comune – sono circa 2400 gli interventi in tutta la provincia di Ragusa per problemi alla rete elettrica causati dal maltempo. Enel sta intervenendo con task force dedicate, supportate dal personale di altre province". Alcuni condomini sono da ore senza corrente elettrica a causa di guasti già segnalati ma si attende ancora la risoluzione della problematica.
Intanto sei squadre ENEL sono in arrivo nelle prossime ore in provincia di Ragusa per risolvere l’emergenza approvvigionamento energetico che circa 3 mila utenti stanno vivendo in queste ore a causa del maltempo. 

Sono tantissime le segnalazioni arrivate, attraverso i centralini, di guasti alla rete elettrica soprattutto nei territori modicano e pozzallese. Così tante che è impossibile esaudirle tutte con gli uomini a disposizione e quindi l’Onorevole Abbate ha contattato questa mattina Stefano Terrana, dirigente regionale ENEL, che ha precettato ben sei squadre provenienti da altre province per raggiungere il territorio ibleo e lavorare sui guasti. “Ringrazio il dott. Terrana per l’interessamento mostrato. I disagi per migliaia di utenti sono cominciati nella mattinata di sabato e continuano ancora ora. Intere strade isolate, senza energia elettrica da oltre 24 ore. In alcuni casi è precluso anche l’approvvigionamento idrico. Purtroppo, visto il perdurare del maltempo, non sarà facile per i tecnici lavorare per riparare i guasti. Mi dispiace moltissimo per i disagi che stanno vivendo i cittadini e terrò in costante aggiornamento il responsabile ENEL affinchè i tempi di ripristino si velocizzino il più possibile”:

A Scicli il sindaco Mario Marino al lavoro con gli operatori del soccorso per cercare di intervenire: "Sto partecipando ai sopralluoghi ed agli interventi che la Protezione Civile Comunale e la Polizia Locale stanno effettuando nel nostro territorio – spiega Marino – In campo anche squadre dell'Enel, per il ripristino della corrente elettrica, e della Protezione Civile inviate dalla Prefettura. Si registrano diversi alberi caduti e in alcune zone anche l'interruzione dell'energia elettrica.
In mattinata, ho firmato un'ordinanza per la chiusura del cimitero comunale e della Villa Penna. L'allerta meteo prosegue e per questo, date le avverse condizioni meteorologiche ed il forte vento, chiedo agli sciclitani di evitare gli spostamenti e rimanere a casa. Ringrazio gli operatori sul campo ed anche il personale della ditta Impregico che da ieri sono attivi per la rimozione dei detriti e per il pronto ripristino delle arterie stradali. La situazione è in costante monitoraggio".


Prosegue lo stato di allerta arancione anche a Scicli. A preoccupare ora è anche il forte vento. Il sindaco Marino stamani ha firmato ordinanza con cui chiude precauzionalmente il cimitero, e la Villa Penna, dove era prevista una mostra dedicata a Pasolini. Non si terrà la sfilata nel centro storico della banda.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it