';

L’asd Ragusa calcio vince su Carlentini


L’Asd Ragusa 1949 la sblocca al quinto della ripresa e conquista tre punti fondamentali per il proprio cammino nel girone B del campionato di Eccellenza. Gli azzurri allenati da Filippo Raciti hanno avuto la meglio, ieri allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio, su un ostico Carlentini e sono riusciti a compiere un balzo avanti in classifica, raggiungendo, momentaneamente, la testa dello schieramento, con un punto in più rispetto all’Igea che, però, mercoledì, dovrà recuperare la propria gara in casa con la Leonzio.

“Inutile fare di questi calcoli adesso – sottolinea il tecnico azzurro – il campionato non è ancora a metà. E dobbiamo solo pensare a crescere e a giocare bene. Ieri il Ragusa ha sostenuto un’altra prova di maturità contro una signora squadra, ben sistemata in campo, capace di chiudere tutti gli spazi. Noi avremmo dovuto essere più cinici, per cercare di chiuderla dopo che si era sbloccato il risultato.

Il primo tempo è stato molto equilibrato. Infatti, non riuscivamo a trovare varchi. Poi, dopo il goal su calcio d’angolo, la partita ha assunto un altro aspetto. Si sono creati più spazi e abbiamo potuto giocare meglio. E’ mancata la determinazione adeguata per mettere al sicuro il risultato. Comunque, va bene così. Sono tre punti che servono e parecchio in questa fase”.


Match winner dell’incontro il cannoniere Luca Belluso che, di testa, ha spizzicato quel tanto che bastava la palla per indirizzarla in fondo al sacco. “Dedichiamo questa rete – chiarisce Belluso – a Simone Marfella che è dovuto uscire dal campo a causa di un infortunio. Gli auguriamo di rimettersi presto in sesto perché dovrà darci una mano nelle partite più complesse che abbiamo ancora da sostenere”.


Il direttore generale Alessio Puma commenta così il match: “Ho visto un gruppo molto coeso, che si aiuta parecchio. E mi è piaciuto molto quando, dopo il gol, sono andati tutti a rincuorare Marfella che si era fatto male poco prima. Significa che c’è una identità di squadra e, soprattutto, spirito di appartenenza. Sentono addosso la maglia azzurra ed è fondamentale. Il successo lo volevamo con forza ed è arrivato. Ci godiamo quest’altra vittoria e speriamo di potere continuare così anche nelle prossime gare”.