AMIU ED EMAIA INDENNITA’ ILLEGALI - Ragusa Oggi

AMIU ED EMAIA INDENNITA’ ILLEGALI


Condividi su:


AMIU ED EMAIA INDENNITA’ ILLEGALI
Politica
3 marzo 2011 9:58

Premesso che la Corte dei Conti – Sezione controllo Regione Lombardia- con Delibera n. 1065, depositata il 23 Dicembre 2010, ha fornito parere in merito ai compensi percepiti dagli organi collegiali che sono stati azzerati per effetto della Manovra estiva 2010;

rilevato che per i Giudici contabili tutti gli organi collegiali di enti che ricevono contributi pubblici a qualunque titolo, rientrano nell’applicazione della norma considerata;

preso atto che al comma 2 dell’art. 6 del Decreto Legge n.78/2010 è prevista l’ entrata in vigore, a partire dalla data di pubblicazione dello stesso, della norma che testualmente recita: “La partecipazione ad organi collegiali, anche di amministrazione, degli enti che comunque ricevono contributi a carico delle finanze pubbliche, nonché la titolarità di organi dei predetti enti…è onorifica, fatto salvo il diritto al riconoscimento di gettoni di presenza, ove previsti, di importo non superiore ai 30 euro giornalieri”;

considerato che le Aziende Speciali Amiu ed Emaia devono considerarsi, e sono, organismi strumentali del Comune di Vittoria per l’esercizio di funzioni proprie;

rilevato che la normativa ha previsto altresì la riduzione numerica del numero dei consiglieri di amministrazione;

Interroga con procedura d’urgenza e risposta scritta per conoscere i provvedimenti eventualmente assunti dai rispettivi Consigli di Amministrazione e dall’Amministrazione comunale al fine di ottemperare alle prescrizioni di cui al citato Decreto Legislativo e norme correlate, sia sotto il profilo della eliminazione di ogni indennità che in ordine al riconoscimento, ove previsto, di un gettone di presenza di importo non superiore ai 30 euro;

per sapere se sia stato ridotto il numero dei Consiglieri di Amministrazione di Amiu ed Emaia, come prescrive la legge;

per conoscere infine i provvedimenti adottati per l’eventuale recupero di somme illegalmente erogate, con conseguente trasmissione degli atti relativi alla Corte dei Conti della Regione Sicilia.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria