';

A Chiaramonte Gulfi questo sabato il workshop Aristoil


CHIARAMONTE GULFI – L’olio d’oliva, le sue proprietà e le attività utili per incrementarne la produzione tra i Paesi dell’area del Mediterraneo al centro di un interessante seminario in programma domani, sabato 9 settembre alle ore 9, alla Sala Sciascia a Chiaramonte Gulfi. L’appuntamento, dal titolo “L’olio di Oliva – oro verde del Mediterraneo”, organizzato da Svi.Med. Onlus, con il patrocinio dell’Università di Catania- Dipartimento di agricoltura, alimentazione e ambiente, del Comune di Chiaramonte Gulfi e del Consorzio di tutela dell’Olio Extravergine di oliva Monti Iblei, si inserisce all’interno del progetto europeo ARISTOIL (finanziato dal Programma Med 2014/2020) che ha come obiettivo principale il rafforzamento della competitività del settore olivicolo del Mediterraneo attraverso lo sviluppo e l’applicazione di metodologie di produzione e controllo di qualità innovativi, per la produzione di un olio di oliva con maggiori proprietà nutraceutiche (come riconosciuto dal reg. UE 432/2012). Il workshop è ad ingresso gratuito e prevede diversi interventi nel corso della mattinata da parte di esperti del settore. Dopo i saluti istituzionali, sarà Emilia Arrabito di Svi.Med a presentare il progetto Aristoil e i risultati delle prime analisi sui contenuti fenolici effettuate su diversi olii della provincia di Ragusa e Siracusa. Gli health claim come strumento di segmentazione della categoria extravergine saranno invece affrontati da Bernardo De Gennaro Coordinatore Unità di ricerca Progetto “Competitive” dell’Università di Bari. Seguirà la relazione di Francesco Scollo e Stefano La Malfa del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania sulla “Valorizzazione della biodiversità olivicola: tracciabilità e qualità delle produzioni”. Ma il workshop sarà anche l’occasione per approfondire il punto di vista del consumatore e del mercato, attraverso l’intervento di Sebastiano Salafia dei Frantoi Cutrera che parlerà di “Mercati, marketing, importanza del valore nutraceutico per il consumatore, strategie e canali di vendite”. A chiudere la sessione di interventi sarà Pasquale Consoli dei Frantoi Consoli che spiegherà la molitura a ciclo continuo e il riutilizzo dei prodotti di scarto. Il seminario si concluderà con la presentazione del libro fotografico “L’Olio di Oliva – oro verde del mediterraneo” di Yuko Okuma, con foto di Gianni Mania. Continuerà invece fino a domenica 10 settembre, presso l’Hotel Antica Stazione a Chiaramonte Gulfi, il corso di formazione, l’interno del Progetto Ecolive, finanziato dal programma ERASMUS + 2014/2020, dedicato ai formatori, quali produttori ed agricoltori, del settore olivicolo per la transizione dall’olivicoltura convenzionale a quella biologica. A coordinare il corso Svi.Med., unico partner italiano di Ecolive. La partecipazione al workshop “L’olio di Oliva – oro verde del Mediterraneo” è libera e prevede il rilascio di un attestato di partecipazione ed il riconoscimento di crediti formativi CFU da parte del Di3A dell’Università di Catania e da parte dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Ragusa.