Vacanze 2022: costeranno un occhio della testa, biglietti aerei per l’Europa +127,6%. Rincari anche in alberghi, ristoranti, pizzerie e bar


Le vacanze? Peseranno come un macigno sulle spalle degli italiani. E’ questo il risultatno di uno studio realizzato da ConfCommercio e Nonisma Energia. Il motivo, naturalmente, è legato ai maggiori costi energetici che sono stati scaricati sui consumatori e dunque sui turisti.

In base ai dati forniti ieri dall’Istat, nell’ultimo mese si sono registrati in Italia fortissimi aumenti di prezzi e tariffe proprio nel comparto del commercio e del turismo. Tra i rincari più pesanti troviamo i biglietti aerei, con i voli europei che sono aumentati del +127,6% su base annua, mentre i voli internazionali hanno subito incrementi del +103,3%. Aumenti delle tariffe anche per i voli nazionali (+21,4%) mentre i traghetti salgono del 22,7%.

Per i pacchetti vacanza internazionali si spende l’8,6% in più, mentre alberghi e motel hanno ritoccato al rialzo i listini del +14,7%. Più costoso consumare al bar o mangiare al ristorante (+4,6%) mentre una cena in pizzeria costa quasi il 5% in più rispetto al 2021.

Le vacanze estive 2022 degli italiani, dunque, saranno ricordate come le più costose degli ultimi decenni, a causa del caro-energia che viene scaricato sui consumatori finali attraverso un incremento di prezzi e tariffe in tutti i settori. A questo punto, qual è la soluzione? Molti non potranno permettersi di andare in vacanza. Tutto rimandato a tempi migliori.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it