Soaco smentisce Cancelleri: "Ryanair non ha fatto ricorso su Comiso". Cancelleri: "Sono stato informato male". Il ricorso sarebbe su Trapani - Ragusa Oggi

Soaco smentisce Cancelleri: “Ryanair non ha fatto ricorso su Comiso”. Cancelleri: “Sono stato informato male”. Il ricorso sarebbe su Trapani


Condividi su:


Soaco smentisce Cancelleri: “Ryanair non ha fatto ricorso su Comiso”. Cancelleri: “Sono stato informato male”. Il ricorso sarebbe su Trapani
Attualità
11 giugno 2020 17:07

La Soaco, la società che gestisce l’aeroporto di Comiso, smentisce quanto riferito ieri in una diretta andata in onda su Video Mediterraneo dal viceministro Giancarlo Cancelleri in merito al ricorso effettuato da Ryanair sul bando per la continuità territoriale di Comiso. Giancarlo Cancelleri, intervistato ieri pomeriggio, ha spiegato di essere rimasto “esterrefatto” nell’aver appreso di questo ricorso di Ryanair. Il suo commento, infatti, è stato il seguente: “E’ un fatto increscioso”. Poi, fiducioso, ha ribadito che in effetti il bando è stato fatto a regola d’arte e che non è certamente detto che Ryanair. Ha anche parlato di una telefonata con il presidente di Soaco, Mistretta: “Poco fa ho sentito il presidente Mistretta di Soaco proprio per raccontargli questa cosa qui”.

In realtà, oggi apprendiamo da Soaco che le cose non starebbero esattamente in questo modo. In una nota diffusa, infatti, spiegano che il ricorso riguarda non riguarda Comiso. Questa la nota: “In relazione alle notizie diffuse in queste ore da alcuni organi di informazione, secondo cui Ryanair avrebbe presentato un ricorso contro le misure per garantire la continuità territoriale sull’aeroporto di Comiso, il Presidente della Società di gestione dell’Aeroporto di Comiso Giuseppe Mistretta e l’Amministratore delegato Rosario Dibennardo precisano che alla Soaco non è stato finora notificato alcun provvedimento di questo tipo.

“Abbiamo fatto una verifica con tutti gli organismi coinvolti, dall’Enac alla Regione siciliana – confermano Mistretta e Dibennardo – e ribadiamo che ad oggi non ci risulta alcun atto di questo tipo”.

Come si ricorderà, l’inizio dell’imposizione degli oneri per il servizio pubblico – le cosiddette misure di continuità territoriale – è stato prorogato, con Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. dal 1° agosto al 1° novembre”.

Giancarlo Cancelleri, raggiunto dalla nostra redazione, ha dichiarato: “In realtà il ricorso è su Trapani, oggi mi hanno dato il documento ed ero stato erroneamente informato da Enac”.

PER RIVEDERE LA DIRETTA DI VIDEO MEDITERRANEO CON GIANCARLO CANCELLERI CLICCA QUI

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria