Polizia Stradale di Ragusa, il Comandante Gaetano Di Mauro trasferito dopo 9 anni - Ragusa Oggi

Polizia Stradale di Ragusa, il Comandante Gaetano Di Mauro trasferito dopo 9 anni


Condividi su:


Polizia Stradale di Ragusa, il Comandante Gaetano Di Mauro trasferito dopo 9 anni
Attualità
22 agosto 2019 16:30

 

“E’ arrivato il momento, dopo nove anni, di porgere un caloroso e sentito saluto di commiato ai cittadini della provincia iblea. Lo faccio attraverso i media, i cui rappresentanti ed esponenti ho avuto modo di conoscere bene, apprezzare e con i quali si è subito instaurato un rapporto di grande collaborazione.
Su indicazione del Questore di Messina, dal 26 agosto, vado a dirigere il Commissariato di Sant’Agata di Militello, una nuova esperienza professionale che segue le precedenti fatte presso il Reparto Mobile e la Questura di Catania, presso gli Uffici della Polizia Postale di Catania e di Reggio Calabria, fino all’attuale incarico.
Nel concludere il mio impegno desidero rivolgere un particolare ringraziamento al Signor Prefetto ed al Signor Questore della provincia iblea, un sentito ed affettuoso saluto a S.E. il Vescovo di Ragusa, al Presidente del Tribunale ed al Signor Procuratore di Ragusa, ai colleghi ed amici delle altre Forze di Polizia e delle Forze Armate, dei Vigili del Fuoco, delle Polizie Locali, ai rappresentanti del Parlamento nazionale e siciliano, ai rappresentanti tutti delle Istituzioni Locali.
E’ stato un periodo di grande, grandissimo, impegno nei vari settori che di seguito indico analiticamente, che ha visto registrare, con una punta di orgoglio, i migliori risultati operativi di sempre; tutto questo, grazie all’abnegazione del mio personale, altamente specializzato, che, nonostante il decremento numerico degli ultimi anni, non ha mai mancato di prestare la propria fattiva partecipazione, molto spesso con turni di straordinario.

Resoconto dell’attività svolta.

ATTIVITA’ OPERATIVA:
• 76 ARRESTI
• 1912 PERSONE DENUNCIATE

OPERAZIONI PIU’ IMPORTANTI

 Operazione “Fly and Drive” (misure cautelari nei confronti di 10 indagati per il reato di associazione per delinquere finalizzata alle truffe ai danni di banche, società finanziarie ed autosaloni di Ragusa e Catania);

Dati dell’operazione:
10 arresti e perquisizioni nei confronti di una organizzazione criminale, composta da catanesi, responsabile del reato di associazione per delinquere finalizzata alle truffe, fabbricazione di documenti falsi, sostituzione di persona;
Truffe (per un importo complessivo di circa 360.000 euro) nei confronti di:
Istituti bancari accesi finanziamenti (non restituiti) per 43.000,00;
(2 agenzie del Credito Siciliano, Banca Popolare dell’Etna, B.N.L, 2 Agenzie della Banca Popolare di Lodi, Banca Sviluppo, Banca popolare del Mezzogiorno, Poste italiane);
Finanziarie accesi finanziamenti (non restituiti) per un importo di euro 58.000 (FGA Capital, Mercedes Financial Service, Daimler Chrysler servizi finanziari; Bmw financial service, Santander Consumer Bank S.P.A., Compass, Fiditalia S.P.A”, “Findomestic Banca S.P.A.”;
Concessionarie di auto e moto (di modelli BMW, MERCEDES, FIAT): acquistati (o tentato l’acquisto) in modo fraudolento dei seguenti mezzi:
(1 moto BMW RT1200 – valore 18.000,00 euro- ; 2 JEEP WRANGLER UNLIMITED – valore complessivo 80.000,00 euro; 1 MERCEDES SLK 200 – valore 50.000,00 euro; JEEP WRANGLER 5 Porte SAHARA valore 33.000 euro;
ed inoltre di 2 FIAT 500 ed 1 PANDA – valore complessivo 45.000 ciascuno;
Transazioni fraudolente:
11 carte di credito straniere per un importo di 31.500 euro.
Utilizzo indebito di dati:
di una compagnia aerea; di 2 cittadini a cui erano stati rubati i documenti; loghi e certificati del Comune di Catania.-

 Operazione “Ricambio sicuro” (misure cautelari nei confronti di 6 indagati responsabili del areato di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione di veicoli);
Dati dell’operazione
8 indagati, di cui 5 sottoposti agli arresti domiciliari ed 1 all’obbligo di firma alla P.G.;
Perquisite 6 abitazioni, 4 autorimesse (2 situate a Pozzallo (RG), 1 a Ragusa, contrada San Giacomo, 1 a Rosolini (SR);
Rinvenute e sequestrate parti meccaniche e di carrozzeria di nr. 43 auto rubate (37 in provincia di Catania, 5 in provincia di Siracusa ed 1 in provincia di Bari);
valore complessivo vetture 500.000 euro;
giro di affari 25.000 euro mensili.

 Operazione “Coast to coast” (riciclaggio internazionale di veicoli tra Italia, Malta e Libia; 35 perquisizioni in tutto il territorio nazionale ed all’estero nei confronti di altrettanti indagati per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione, riciclaggio internazionale e falso documentale);

Dati dell’operazione
Nr. 40 indagati (1 tunisino, 4 libici, 2 maltesi, 33 italiani), facenti parte di 3 diverse associazioni per delinquere operanti in Italia, Malta e Libia;
Nr. 35 perquisizioni personali e domiciliari eseguite nei confronti di soggetti italiani, maltesi e libici indagati per i reati previsti e puniti dagli artt. 416, 648, 648 bis, 482, 487 c.p (Associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione, falso e riciclaggio internazionale di veicoli);
Nr. 31 veicoli (mezzi commerciali ed auto) recuperati e restituiti ai legittimi proprietari (per un valore di 800.000 euro) su 36 veicoli oggetto degli accordi illeciti tra i suddetti indagati (per un valore nel mercato dell’usato di circa 1.000.000 di euro);
notificati nr. 40 avvisi di conclusione delle indagini.

 Operazione “Sinistri fantasma” (misura cautelare nei confronti di 1 assicuratore per frodi assicurative e denuncia a piede libero di 72 indagati);

 Operazione “Basso rischio” (misura cautelare nei confronti di 1 assicuratore per frodi assicurative e denuncia a piede libero di 39 persone);

 Arresto di due soggetti per traffico internazionale di stupefacenti, con sequestro di 23 kg di stupefacenti, trovati celati dentro un camper, provenienti dall’Albania.

 Arresto di 1 soggetto per traffico di stupefacenti, detentore di 50 kg di Marijuana.

 Operazione “Ghost frost” (30 denunciati, 44 sequestri di documenti e mezzi, nr 210 verbali contestati ai sensi dell’art. 80 c.d.s. per un totale di euro 35.490,00 euro).
Dati dell’operazione

L’operazione “GHOST FROST” ha portato alla luce un fenomeno criminale, che, oltre alla produzione di falsi documenti, metteva a rischio la salute pubblica, in quanto venivano trasportate derrate alimentari in furgoni termici non revisionati presso i centri autorizzati.
In particolare, tutti i mezzi frigo devono essere in regola con la revisione della furgonatura isotermica, secondo le regole ATP* (Accord Transport Perissable, “Accordi sui trasporti internazionali delle derrate deteriorabili ). Detto tipo di revisione, molto complessa, richiede che il mezzo rimanga fermo diversi giorni, presso centri autorizzati, al fine di verificare la tenuta termica, ad un costo che varia da 1.000,00 alle 2.000,00 euro. La falsa documentazione presentata dai titolari delle società indagate alle Motorizzazioni civili, consentiva, sia di revisionare “regolarmente” il resto del complesso veicolare (composto da trattore e semirimorchio), sia di utilizzare il veicolo immediatamente per il proseguo dell’attività commerciale e di risparmiare migliaia di euro necessari per revisionare le cabine frigo presso i centri autorizzati. E’ stato accertato che 22 società di autotrasporti (delle province di Ragusa, Catania, Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Messina e Trapani), nell’arco di un anno, avevano presentato alle Motorizzazioni Civili di competenza nr. 44 falsi ATP, apposti su altrettanti mezzi.
Sono 30 i soggetti denunciati alla Procura della Repubblica di Ragusa, 44 i sequestri penali effettuati dei certificati ed altrettanti sequestri, ai sensi del Codice della Strada, dei mezzi, per essere sottoposti alla regolare revisione.
Nell’ambito dell’attività investigativa è emerso che i falsi certificati ATP, recavano le firme ed i dati di alcuni periti delle zone di Milano e Bari, i quali, portati a conoscenza dei fatti, hanno prodotto denuncia per utilizzo illecito dei dati personali.
Agli stessi titolari delle Società di autotrasporti sono state infine contestate complessivamente nr. 210 infrazioni per violazioni al C.d.S., per un totale di 35.490,00 euro.

 Denunce, sequestri e perquisizioni nel mondo dell’autotrasporto per tachigrafi alterati ed utilizzo di schede conducenti dichiarate smarrite.

ATTIVITA’ DI EDUCAZIONE STRADALE:

 Progetto ICARO, rivolto agli studenti di tutte le fasce scolastiche, dalla scuola della prima infanzia alle scuole superiori;
 Progetto BICI IN SICUREZZA, rivolto agli studenti delle scuole secondarie;
 Progetto (ragusano) “FARANNO STRADA …GIOVANI ARTISTI PER LA SICUREZZA STRADALE”, in collaborazione con Peppe Arezzo e la sua orchestra, rivolto agli studenti delle scuole superiori, che ha visto esibirsi nelle manifestazioni, al Palatenda di Ragusa, insieme ai ragazzi, grandissimi artisti come Francesco CAFISO, Cristiano DE ANDRE’, Lorenzo LICITRA, Nico AREZZO e Marco SELVAGGIO.

ATTIVITA’ DI PREVENZIONE NEL SETTORE INFORTUNISTICO

 Controlli in tutto il territorio provinciale in materia di abuso di alcol e droghe:
nr. 1144 positivi all’alcoltest su 9892 controllati con etilometro.
nr. 88 positivi droghe;

 Patenti di guida ritirate per condotte pericolose nr. 4187.

Andamento statistico incidenti in provincia dal 2010 ad oggi:

PROVINCIA DI RAGUSA –
VITTIME PER INCIDENTI STRADALI
2011 2012 2013 2014 2015 20 2016 2017 2018 2019
27 20 18 19 22 18 12 22 16

FERITI PER INCIDENTI STRADALI
2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
1472 1283 1201 1024 1138 1166 1240 1151

Dal 2011 al 2017 si è registrata una riduzione di oltre il 50 per cento delle vittime, salvo poi registrarsi un nuovo aumento l’anno scorso e nei primi otto mesi di quest’anno”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria