Non ci facciamo mancare niente: dopo l’umidità e l’afa, masse di sabbia sahariana si muovono verso la Sicilia


Sarà un inizio di luglio decisamente rovente. E come se il caldo non bastasse, con picchi di 39-40 gradi previsti per il fine settimana, portati dall’anticiclone africano Carone, arriva adesso una massa sahariana che porterà sabbia dal deserto.

Caronte ha portato sull’isola un elevato tasso di umidità, pochissimi venti e un forte irraggiamento solare.

Come rilevato dai satelliti metereologici dell’Organizzazione europea per l’esercizio dei satelliti meteorologici (EUMETSAT), una grossa massa di sabbia Sahariana sarebbe in veloce avvicinamento verso la Sicilia.

In viaggio da Algeria e Tunisia, la grossa nube di sabbia, immortalata dai satelliti che sorvegliano l’Europa occidentale, sta già lambendo in parte la Sicilia, toccando il Trapanese e il Palermitano. Secondo le stime per i prossimi giorni, a causa dei venti la nube proseguirà il suo cammino, arrivando fino alla parte orientale della Sicilia. Cià significa caldo torrido, afa, e sabbia in arrivo.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it