Morto di “febbre del Nilo” il pittore siciliano Momò Calascibetta. Il primo caso in Sicilia


E' deceduto all'ospedale Sant'Antonio abate di Trapani un uomo di 73 anni, di Marsala, il pittore Momò Calascibetta, ricoverato a metà agosto dopo essere stato contagiato dal virus delle zanzare West Nile. Per lui non c'è stato nulla da fare, nonostante i medici avessero subito intuito si trattasse di "Febbre del Nilo", poi confermata dalle analisi.

A Ferragosto, l'uomo, che non aveva particolari patologie, è stato ricoverato per un'insufficienza respiratoria. Poi, le sue condizioni si sono aggravate ed è finito in terapia intensiva. E' il primo decesso per West Nile in Sicilia. L'uomo abitava in contrada Cutusio, borgata del versante nord di Marsala.

In queste settimane, dopo aver rilevato il caso, l'Asp di Trapani ha disposto controlli sugli allevamenti che insistono nel raggio di tre chilometri dall'abitazione dell'uomo. Sono risultati positivi al virus due cavalli e un cane. C'è un altro caso sospetto su un cavallo ad Alcamo, sempre nel Trapanese.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it