Modica: Cineclub 262 finanziamento Ministero della Cultura per “Giovani Versi di Luce 2022”


Il Cineclub 262 di Modica ha partecipato al bando promosso dal Ministero della Cultura per finanziare progetti rientranti nella tematica “Il Cinema e l’Audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”.
Al bando D.D. 863 11/03/2022, attuato dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, di concerto con il Ministero della Cultura e il Ministero dell’Istruzione, hanno partecipato moltissime istituzioni culturali da tutta Italia: un’apposita Commissione ne ha selezionate 150 tra cui il Cineclub 262, affiliato alla Federazione Italiana Circoli del Cinema, con la sua proposta progettuale “Giovani Versi di Luce”, iniziativa nata all’interno del “Festival Internazionale di CinemaPoesia Versi di Luce XIV edizione”.


Essere selezionati nell’ambito di un bando di respiro nazionale è, di certo, un’ulteriore conferma della validità del progetto a marchio “Versi di Luce” che da quattordici anni coinvolge, partendo da Modica, generazioni di studenti a livello provinciale e oltre.


Il tema di “Giovani Versi di Luce 2022” emana emozione e meraviglia: “Il mare non ha paese ed è di tutti quelli che lo stanno ad ascoltare”, muovendo da una citazione tratta da “I Malavoglia” di G. Verga, in occasione del centenario della sua morte. Il mare rappresenta la metafora del confidente, del muto naturale interlocutore, riporta ad interrogare se stessi sul senso delle proprie azioni, come di chi parte nella novella (‘Ntoni), per riscoprire il coraggio di seguire le pulsioni che animano ogni progetto di vita, per orientare la propria bussola interiore e proseguire il viaggio che è il senso di ogni vita.


Nel contesto sociale di oggi, dopo questi anni di pandemia, nella convivenza con un virus che è possibile arginare, con il pensiero rivolto ad una guerra vile che tutto il mondo sta osservando e condannando, il tema di “Giovani Versi di Luce” si impone con forza perché è il tempo del cambiamento di rotta, del ricercare la propria chiave di volta per capire che un mondo migliore si realizza se anche l’uomo è migliore e che la pace interiore è la strategia da affinare.


E poi il mare…, strumento di unione fraterna delle Terre e dei Popoli che “lo stanno ad ascoltare”, quell’ascolto che è coscienza, intimità e umanità.
Le parole di Verga si fondono, nel progetto “Giovani Versi di Luce”, con il verso iniziale della poesia di S. Quasimodo “Sode ancora il mare”: “Già da più notti s’ode ancora il mare, lieve”: il messaggio si rafforza e scuote gli animi perché nulla è impossibile. Serenità e rimpianto, nei versi di Quasimodo, ma anche ricordo dei sentimenti, desiderio pungente, pulsione che anima ogni gesto. L’ascolto interiore è un propulsore per essere se stessi, ma la parte migliore.


Il format del progetto che ha ottenuto il finanziamento ministeriale prevede l’adozione di un testo letterario (poesia, novella, romanzo) coerente con il tema da parte di studenti che, in seguito ad approfondimento con i docenti, verrà liberamente rappresentato cinematograficamente attraverso la videopoesia o la videoarte o il videoclip o i corti di fiction o i machinema.
Il progetto si dovrebbe svolgere nei mesi di ottobre e novembre per concludersi nelle prime settimane di dicembre: si attendono, al riguardo, risposte ministeriali.


La conclusione del progetto con la visione delle opere si svolgerà all’interno del “Festival Internazionale di CinemaPoesia Versi di Luce”, previsto dal 16 al 18 dicembre 2022 nelle sedi di Modica, Gela e Pozzallo.
La proposta progettuale “Giovani Versi di Luce”, come spiegato dalla Dott.ssa Tiziana Spadaro (Responsabile Scientifico del progetto), si svolgerà attraverso: attività di formazione, finalizzata a favorire la capacità di lettura critica del linguaggio cinematografico e sarà curata da esperti del settore; attività didattica finalizzata all’approfondimento dello studio della letteratura e dei temi letterari proposti dalla “progetto”, curata dai docenti interni alle scuole; attività di produzione di un cortometraggio finalizzato all’apprendimento delle principali fasi creative che porteranno alla realizzazione del corto, curata da esperti esterni.


A “Giovani Versi di Luce 2022” parteciperanno oltre 1000 studenti.
Previsti il coinvolgimento del Nuovo Cineteatro Aurora di Modica, del Cineteatro Antidoto di Gela e la collaborazione di vari enti pubblici e privati.
Già al lavoro lo staff artistico e organizzativo: Nausica Zocco (che ha anche ideato la tematica), Dott. Elio Cassarino, Prof. Giovanni Ragusa, Angelo Piccione, il critico cinematografico Renato Scatà ed esperti del settore cinematografico (attori e registi). Il progetto si avvarrà della collaborazione dell’esperto formatore selezionato nell’ambito del progetto “Operatori di educazione visiva a scuola” Prof. Francesco Torre.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it