';

Le mutande assorbenti per l’incontinenza maschile: uno strumento utile per migliorare la qualità della vita


Esistono vari tipi di incontinenza maschile: essa può essere da sforzo, da urgenza, post-minzionale e così via. Anche le cause sono diverse, e non riguardano solo l’età ma anche lo stile di vita ed eventuali patologie.

Per fortuna vi sono dispositivi che aiutano molto le persone che soffrono di questa problematica: per esempio, le mutande assorbenti per l’incontinenza maschile sono confortevoli, discrete e in grado di assorbire le piccole perdite di urina. Valide alternative sono gli assorbenti veri e propri, che si applicano facilmente agli indumenti intimi e sono praticamente invisibili all’esterno.

Lo shop online di AMioAgio

Dove si acquistano simili prodotti? Uno shop consigliato è quello di amioagio.it: un negozio online che fornisce una vasta gamma di articoli per età adulta e geriatrica, ideali per preservare la salute fisica. Non ci riferiamo solo ai suddetti accessori, ma anche ai pannoloni per anziani, ai dispositivi per l’auto-monitoraggio, agli igienizzanti per la pelle, alle traverse per il letto ecc.

AMioAgio.it garantisce un servizio di consegna rapido e prodotti efficienti, oltre a un catalogo ampio e completo. L’obiettivo è aiutare i clienti a provvedere al proprio benessere, con una serie di soluzioni ad hoc per ogni circostanza.

Le mutande assorbenti per incontinenza urinaria maschile

Per chi è colpito da incontinenza urinaria, le mutande assorbenti sono un’ottima opzione.

Esse, per cominciare, sono disponibili in numerosi modelli: si va da quelli che assorbono un massimo di 5 gocce, quindi progettati per le incontinenze leggere, a quelli che assorbono anche 10 gocce. Sono usa e getta, e si differenziano a seconda della taglia.

Le migliori mutande assorbenti per l’incontinenza maschile sono confezionate in TNT, tessuto non tessuto. Un materiale comodo, che non dà fastidio alla cute e non determina irritazioni e arrossamenti. Il liquido non fuoriesce assolutamente, e le mutande da fuori sembrano del tutto asciutte.

La condizione in questione non è sempre semplice da accettare, e può generare delle difficoltà a livello psicologico. Le persone soggette a incontinenza si sentono a disagio, e spesso non vogliono nemmeno uscire di casa. Tuttavia grazie agli assorbenti possono riprendere tranquillamente le proprie attività, in piena sicurezza e senza il rischio di eventuali imbarazzi.

Bisogna tener presente anche un altro vantaggio delle mutande assorbenti: sono concepite per difendere l’epidermide dalle infiammazioni e dalle dermatiti. Soprattutto a partire da una certa età la pelle diventa più fragile, ma è coadiuvata tantissimo da prodotti di questo tipo.

Qualche consiglio per combattere l’incontinenza

Coloro che vanno incontro a questo problema hanno un valido alleato nelle mutande assorbenti. Al tempo stesso possono adottare degli accorgimenti utili, che limitano le perdite e costituiscono un ulteriore supporto.

Ad esempio, sarebbe meglio eliminare cattive abitudini come il fumo e l’alcool. Al massimo si dovrebbe bere un bicchiere di vino al giorno, non di più; al bando le bibite gassate e i cibi molto salati, che favoriscono la ritenzione idrica.

È preferibile mantenersi in forma, indossare abiti larghi che non comprimano l’addome e consumare alimenti ricchi di fibre. Questi sono importanti per le normali funzioni dell’intestino.

Un trucco è quello di andare in bagno a orari stabiliti, magari ogni 3-4 ore, senza aspettare lo stimolo. La quantità ideale di acqua da assumere quotidianamente si aggira intorno al litro e mezzo.

Sono efficaci, poi, degli appositi esercizi che mirano ad allenare la vescica. Quando si percepisce il bisogno di urinare, si attendono circa 10 minuti per ritardare la minzione. Sono ottimi anche gli esercizi di Kegel, ossia la contrazione volontaria dei muscoli che verrebbero usati per trattenere l’urina.

Le cause dell’incontinenza urinaria

Ma da cosa è provocata l’incontinenza maschile?

I fattori all’origine di questo problema sono tanti, e possono sia presentarsi singolarmente sia combinarsi tra loro.

Ai primi posti ricordiamo le malattie della prostata, specialmente il tumore, e i conseguenti interventi come la prostatectomia. L’incontinenza è causata anche dalle infezioni delle vie urinarie, nel momento in cui si fanno più gravi e non si cerca subito un rimedio.

A ciò si aggiungono elementi come l’età avanzata, le apnee notturne e la stitichezza (motivo per cui è essenziale mangiare pietanze piene di fibre). Alcune disabilità fisiche, i traumi alla colonna vertebrale e patologie psichiche come la depressione sono da annoverare in questo elenco.

Tipologie di incontinenza

Per concludere, vi sono più tipi di incontinenza: in tutti i casi, comunque, è opportuno utilizzare accessori come le mutande assorbenti per l’incontinenza maschile.

Abbiamo l’incontinenza da sforzo, ovvero quella determinata da sforzi come il sollevamento di un peso, un colpo di tosse, una risata, uno starnuto. C’è l’incontinenza post-minzionale, e quella da urgenza (per la contrazione improvvisa dei muscoli della vescica). L’incontinenza può essere continua, o notturna (tipica dei bambini).

Non è raro che la perdita di urina derivi dall’unione di difficoltà fisiche e psichiche. Nelle situazioni più serie non bisogna vergognarsi a cercare il sostegno di uno specialista.