La Virtus Ragusa vince nell’esordio in campionato B. Contro la Pontoni Monfalcone. FOTO


Si accendono i riflettori sul campionato di serie B e ai nastri di partenza la Virtus Ragusa scalda i motori ospitando tra le mura amiche del Pala Padua la Pontoni Monfalcone. I ragusani, reduci da un’ottima esperienza in Supercoppa, si preparano ad affrontare la prima partita di un lungo campionato che quest’anno li vede collocati nel girone B con le altre due siciliane e le squadre del nord-est.

I primi punti dicono Ragusa per mano di Gaetano a cui risponde prontamente il capitano ospite Medizza. I friulani mettono subito il turbo e con Prandin mettono la testa avanti. Chessari su assist di Gaetano trova il vantaggio che dura però pochi secondi perché gli ospiti sono intenzionati a non mollare la presa. Ianelli da fuori area diventa un cecchino e prima Gaetano in schiacciata e poi Zanetti dal pitturato mandano un segnale chiaro agli ospiti piazzando un parziale di 9 a 0. Gli uomini di coach Praticò sfruttano due tiri liberi per rosicchiare qualche punto sul tabellone ma non riescono a vìolare la difesa locale che appare un fortino difficile da espugnare. 

Il secondo quarto si apre con una tiro dalla media di Prandin che riesce a trovare un varco per finalizzare e subito dopo con una tripla centrale di Bacchin che dà ossigeno puro ai friulani. I ragusani però non vogliono lasciare troppo il campo libero e provano a contenere l’avanzata ospite. Il solito Ianelli imbeccato da Sorrentino corre verso il canestro e superando tutti gli ostacoli incontrati sul pitturato buca la retina senza colpo ferire. Anche Gaetano gioca a velocità raddoppiata e sotto le plance si dimostra un uomo solido ed efficace. Monfalcone si affida al solito Prandin per tenersi aggrappati ai padroni di casa e questo risponde alla chiamata realizzando dopo azioni ben congeniate sotto le plance. Cassar si rende protagonista in area fornendo assist utili ai compagni. Zanetti approfitta di alcune distrazioni degli ospiti e colpisce duro dal pitturato e Ianelli da fuori area è incontenibile inanellando punti fondamentali. Coach Praticò è costretto a chiamare time-out per rompere il ritmo partita e per rischiarire le idee ai suoi che però vanno negli spogliatoi a -9 lunghezze dai ragusani.  

Al ritorno dal riposo lungo Cassar imprime subito il suo sigillo nonostante fosse bloccato da due friulani che gli impedivano l’accesso sul pitturato. Gli uomini di coach Bocchino vanno avanti spediti come un treno asfaltando tutto quello che si trovano davanti. Rezzano prova a dare una scossa ai suoi con qualche azione personale utile ma i padroni di casa non si fanno impressionare. Ianelli su assist di Cassar corre veloce verso l’area e infiamma la retina così come capitan Sorrentino che si dimostra efficace nella realizzazione. Prandin torna ad essere più incisivo sotto le plance ed aiuterà i suoi a mettere qualche punto a referto. La Pontoni a questo punto fa quadrato per trovare quella grinta e quella forza per tenersi aggrappata alla partita e Coronica esprime sul campo con le sue azioni  questa chiara intenzione ma gli iblei sono estremamente lucidi per farsi sopraffare e nonostante qualche errore di distrazione chiude il terzo quarto a +3 sugli ospiti.

L’ultimo quarto parte subito velocissimo. Coronica con un tiro dal pitturato bussa alle spalle dei ragusani. Monfalcone è consapevole di essere rientrata in  partita e si scontra con la sua avversaria a viso aperto e con il coltello tra i denti. La Virtus Ragusa perde concentrazione e dopo un antisportivo fischiato prima a Milojevic e poi a Cassar ci penserà Furin dalla linea della carità a superare sul tabellone i padroni di casa (66-68). Ma Sorrentino non ci sta e da distanza siderale piazza tre triple che sanciscono il nuovo sorpasso sui friulani. I ritmi si fanno molto più serrati e si corre da una parte all’altra senza prendere fiato. Rezzano e Prandin però con foga alzano l’asticella e al 35’ riacchiappano gli iblei dopo una tripla del primo e un tiro dalla media del secondo (75-75). Da questo momento in poi sarà un’altalena di punti tra le due compagni di gioco. I soliti Prandin e Rezzano da una parte si dimostrano solidi così come Gaetano e Ianelli dall’altra parte. Si gioca punto a punto e nessuno delle due squadre riesce a trovare una via di fuga agevole. Al 37’ prima Chessari da fuori area e poi Cassar dalla media trovano il canestro che porta i ragusani a +6 (80-86). L’ultimo minuto si gioca al cardiopalma. I friulani provano il tutto e per tutto per ricucire lo strappo ma i ragusani non perdono più la concentrazione e amministrano il vantaggio chiudendo il match con il risultato finale di  93 a 88.

«È stata una partita movimentata – commenta a caldo coach Bocchino – in cui Monfalcone ci ha messo in difficoltà. Siamo riusciti a stare avanti per buona parte del match ma poi i nostri avversari sono tornati in partita e da lì è stato più difficile. Un plauso a loro per il tipo di gioco espresso ma sono contento di aver visto i miei ragazzi non perdere lucidità e tirare fuori la grinta nel momento in cui ne avevamo più bisogno. Ho visto tante cose positive ma anche tante cose da sistemare. Adesso resettiamo tutto e sguardo già avanti. Settimana prossima in trasferta ci aspetta il derby con il green Basket Palermo»

VIRTUS RAGUSA – PONTONI MONFALCONE: 93 – 88

Parziali: 27-17; 46-36; 65-62

VIRTUS RAGUSA

Chessari 11, Zanetti 7, Valenti, Mirabella ne, Festinese 2, Guccione ne, Tumino ne, Cassar 13, Sorrentino 20, Gaetano 16, Milojevic 2, Ianelli 22

Coach Bocchino

PONTONI MONFALCONE 

Coronica 10, Mazic 10, Bacchin 6, Soncin, Cestaro ne, Furin 6, Prandin 32, Marson, Medizza 8, Rezzano 16

Coach Praticò

Arbitri: Giordano – De Giorgio


image.png
image.png
Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it