Incendio negozio di bici a Ragusa, i Carabinieri trovano due taniche con liquido infiammabile. E' certo dunque il dolo. Indagini in corso - Ragusa Oggi

Incendio negozio di bici a Ragusa, i Carabinieri trovano due taniche con liquido infiammabile. E’ certo dunque il dolo. Indagini in corso


Condividi su:


Incendio negozio di bici a Ragusa, i Carabinieri trovano due taniche con liquido infiammabile. E’ certo dunque il dolo. Indagini in corso
Cronaca
14 marzo 2019 10:59

Proseguono le indagini dei Carabinieri sull’incendio di matrice dolosa che ha distrutto nella notte dello scorso 11 marzo il negozio di biciclette “Bike store” di corso Vittorio Veneto a Ragusa. A dare l’allarme ai Carabinieri sono stati i vigili del Fuoco di Ragusa intervenuti sul posto per domare le fiamme all’interno del locale.

Il titolare dell’attività commerciale, un 50enne, recatosi subito sul posto intorno alle 5:00 pensando fosse in atto un furto, accortosi del fumo che fuoriusciva dal locale, ha aperto la porta d’ingresso venendo investito da una fiammata. Giunti i soccorsi, lo stesso è stato subito trasportato presso l’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa per le prime ed urgenti cure.

Tuttavia il ferito è stato successivamente trasferito presso il centro grandi ustionati di Catania per le ustioni riportate alle mani e agli arti inferiori. Ora le sue condizioni sono in fase di miglioramento, presenta ustioni per circa il 22%, ma non è in pericolo di vita. Intanto proseguono le indagini dei Carabinieri i quali, da un primo ed accurato sopralluogo all’interno del negozio a cura del personale specializzato nei rilievi, hanno rinvenuto 2 taniche in plastica contenente del liquido infiammabile.

Il negozio, andato distrutto dall’incendio, è stato sottoposto a sequestro. In queste ore i Carabinieri stanno ascoltando diversi testimoni e stanno analizzando i sistemi di video sorveglianza delle immediate vicinanze del locale che potrebbero aver ripreso elementi utili ai fini delle indagini.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria