Il Centro Comunale di Raccolta a Scicli si amplia: niente più code per scaricare gli ingombranti


Niente più code con autovetture cariche all’inverosimile di rifiuti ingombranti. In giorni prefissati, in postazioni itineranti e con il rischio di non potersi disfare di arredi, oggetti ed elettrodomestici perchè il “carico” della ditta affidataria del servizio era completo. Con tanto di imprecazioni di chi ha dovuto riportare a casa il materiale e fare un secondo tentativo in un’altra occasione.

Addio ai disservizi nello smaltimento degli ingombranti, quindi. Una volta perfezionate le procedure amministrative e tecniche, sono stati consegnati stamattina i lavori di ampliamento del CCR, il centro comunale di raccolta in contrada San Biagio alla lontana periferia della città. Più di 200 milioni di euro la spesa con fondi regionali. Ad eseguire i lavori l’impresa “Sietec”. Del CCR di contrada San Biagio si torna a parlare per la seconda volta dopo che l’Amministrazione Marino ha ritenuto indispensabile individuare degli interventi e soprattutto delle modifiche tecniche all’impianto e dopo che c’era stato un timido avvio
dei lavori in precedenza con la passata gestione dell’ente.

“L’impianto consentirà di stoccare i rifiuti ingombranti ottimizzando il servizio ambientale in città, e consentendo un aumento della percentuale di raccolta differenziata – spiega il sindaco Mario Marino – si tratta di un’importante opera che aiuterà a scongiurare l’accumulo di rifiuti ingombranti e la nascita di discariche abusive. Così Scicli si doterà di uno strumento particolarmente utile che inciderà pesantemente e positivamente nella gestione della raccolta dei rifiuti nel nostro territorio”. L’inizio dei lavori nei primi giorni del mese di febbraio.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it