Ecco l'identikit dei 5000 leghisti di Ragusa. Parla la Lega iblea - Ragusa Oggi

Ecco l’identikit dei 5000 leghisti di Ragusa. Parla la Lega iblea


Condividi su:


Ecco l’identikit dei 5000 leghisti di Ragusa. Parla la Lega iblea
Politica
30 maggio 2019 10:34

“Il nostro è stato un importante lavoro di squadra. Che ci ha consentito di conquistare in provincia di Ragusa il 24,74%, la percentuale più alta in Sicilia. Con 22.082 voti, la Lega si attesta come secondo partito nel nostro territorio e riteniamo che si possa fare ancora di più e meglio”. E’ il commissario della Lega Ragusa, Massimo Iannucci, a dirlo assieme a Grazia Di Giacomo, presidente del circolo di Ragusa, sottolineando il fatto che l’area iblea, nel suo piccolo, ha contribuito a fare eleggere gli eurodeputati della Lega nel territorio circoscrizionale Sud e isole, consegnando al leader 12.500 voti di preferenza.

“Tutto ciò – continuano Iannucci e Di Giacomo – è stato possibile grazie al lavoro instancabile e alla guida sapiente del commissario e sottosegretario Stefano Candiani e al lavoro comune fatto con il responsabile enti locali Fabio Cantarella, la classe dirigente e i militanti”.

“Diciamo – sottolinea Iannucci – che il nostro impegno dovrà essere tale, in futuro, per far sì che si registrino anche negli altri comuni dell’area iblea le stesse performance ottenute ad Acate e Santa Croce Camerina dove ci siamo attestati al primo posto. A Ragusa siamo terzi ma con la consapevolezza di essere partiti praticamente da zero e di avere cercato, in questi giorni, di trasmettere i messaggi forti provenienti dal nostro leader, Matteo Salvini. E, a quanto pare, i riscontri sono arrivati dall’elettorato a cui, adesso, bisognerà dare delle risposte sul fronte, soprattutto, della sicurezza e del lavoro”.

Iannucci, poi, aggiunge: “L’impegno più forte che ci sentiamo di prendere, a fronte delle preferenza arrivata in provincia di Ragusa così come nel resto della Sicilia, è quello di spenderci per far sì che possano arrivare risposte concrete ed efficaci ai cittadini. Ci batteremo sempre lungo questa direzione. Perché è l’unica strada che può garantirci l’ulteriore consenso della gente. Un grazie a tutti i candidati dal primo all’ultimo per averci messo l’anima e aver contribuito a questo bellissimo risultato impensabile soltanto un anno addietro. Buon lavoro ad Annalisa Tardino e a Francesca Donato, due donne di valore che sapranno rappresentare al meglio i nostri territori all’Europarlamento, creando occasioni di sviluppo”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria