DECRETO DI CITAZIONE A GIUDIZIO PER UN 22ENNE DI POZZALLO


La Procura della Repubblica di Modica ha emesso un decreto di citazione a giudizio di Davide Cannizzaro, ventiduenne accusato di resistenza a pubblico ufficiale aggravata perché, armato di un coltello, si sottraeva al controllo dei carabinieri mediante manovre di guida pericolose per la pubblica incolumità.

Alla guida dell’autovettura Fiat Punto, Cannizzaro, percorrendo la Via Mazzini di Pozzallo ad alta velocità, all’altezza del civico nr. 30, anziché fermarsi all’alt intimatogli dai Carabinieri di Modica, in servizio di posto di controllo della circolazione stradale, dopo avere inizialmente simulato di aderire all’obbligo imposto rallentando e, successivamente, giunto nelle immediate vicinanze dell’autoradio di servizio, al fine di sottrarsi all’identificazione da parte dei militari dell’Arma, dandosi improvvisamente alla fuga ad altissima velocità e, al fine di vanificare l’inseguimento degli Ufficiali di P.G. operanti, ponendo in essere manovre di guida spericolate tali da creare una situazione di generale pericolo alla circolazione stradale, ai pedoni e agli inseguitori stessi, opponeva resistenza nei confronti dei Carabinieri, nell’esercizio delle loro funzioni. Con l’aggravante di avere commesso il fatto per assicurarsi l’impunità del reato di porto di coltello di genere vietato avente la lunghezza complessiva di cm. 16, di cui cm. 6 di lama, rinvenuto dagli Ufficiali di P.G. operanti nel porta-oggetti della portiera anteriore sx dell’autovettura a lui in uso.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it