';

Candele profumate per la casa, consigli per la scelta migliore


Se siete amanti delle candele profumate, probabilmente siete continuamente alla ricerca di quelle perfette da inserire in ogni ambiente della casa. D’altronde non parliamo semplicemente di lumini, ma di veri e propri complementi d’arredo che possono fare la differenza e cambiare completamente l’atmosfera presente in una stanza. È per questo che prima di acquistare delle candele profumate conviene sempre prendere in considerazione alcuni fattori, che sono determinanti. Vediamo allora qualche consiglio utile per non sbagliare.

La profumazione: un aspetto che fa la differenza

Un primo dettaglio che fa la differenza quando si tratta di candele profumate è proprio la fragranza. Al di là del gusto personale, che naturalmente è differente da persona a persona, ogni profumazione è diversa anche dal punto di vista delle sue caratteristiche fisico-chimiche. Se ad esempio acquistiamo delle candele di scarsa qualità, può capitare che il loro profumo sia eccessivamente artificioso e in alcuni casi può addirittura arrivare a dare fastidio, provocare mal di testa o nausea. I prodotti di alta qualità al contrario, come le candele Yankee Candle, contengono oli essenziali ed estratti naturali che rendono la profumazione molto più gradevole e salutare.

Sempre per quanto riguarda tale aspetto, poi, conviene scegliere delle fragranze differenti a seconda della stanza in cui si vanno a collocare le candele. Meglio evitare profumi troppo forti in cucina, ad esempio, così come nel bagno sarebbe consigliabile scegliere fragranze fresche, che richiamino l’idea di pulito.

L’estetica della candela

Naturalmente, visto che come abbiamo accennato stiamo parlando di veri e propri complementi d’arredo, anche l’estetica della candela ha la sua grande importanza. In commercio oggi si trovano molteplici soluzioni, ma le più ricercate e moderne nello stile rimangono le candele in giara, ossia nel vasetto di vetro con il loro coperchio. Anche in questo caso, uno dei migliori esempi ci viene dato dalle Yankee Candle ma ormai sono diversi i marchi che adottano questo stile, essenziale ma decisamente accattivante.

Un altro dettaglio che ha a che fare con l’estetica è il colore della candela, che può essere scelta in tinte differenti a seconda della stanza in cui andrà collocata e dell’occasione. In linea di massima, il consiglio è quello di optare per colorazioni che si abbinino bene agli arredi della casa.

Il coperchio: un dettaglio utile

Come probabilmente saprete, esistono in commercio candele dotate di un coperchio come appunto quelle in giara di Yankee Candle ed altre invece molto più semplici ed essenziali. Vi siete però mai chiesti a cosa serva il coperchio? Questo dettaglio svolge una funzione molto importante, che solo poche persone però conoscono. Permette infatti di spegnere la candela senza dover soffiare e soprattutto senza provocare una sgradevole fuoriuscita di fumo nella stanza. Quando infatti si va a spegnere lo stoppino, senza coperchio si produce un cattivo odore di bruciato che non è di certo piacevole e che tra l’altro non fa nemmeno troppo bene respirare. Ecco perché conviene optare per le giare con coperchio: basta applicarlo nel momento in cui si vuole spegnere la candela ed il problema è risolto!