';

Bimbo di 20 mesi di Ispica ustionato con l’acqua calda: si spera possa tornare a casa per Natale, bruciature sul 10% del corpo


Ha ustioni di secondo grado sul 10% del corpo, principalmente collo e torace, ed e’ ricoverato nella Terapia intensiva del Centro ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania il bambino di 20 mesi rimasto ustionato dall’acqua bollente, ieri pomeriggio, nella sua abitazione, a Ispica.

Nel reparto diretto da dottore Rosario Ranno il piccolo paziente e’ sottoposto a terapia specialistica. La prognosi non e’ stata ancora formulata, ma la speranza dei medici e’ che possa festeggiare il Natale a casa Il bambino, sfuggito al controllo dei genitori, si e’ rovesciato un contenitore di acqua bollente dal microonde.

E’ stata la madre a chiamare il 118 e da Caltanissetta e’ stato fatto arrivare l’elisoccorso nella base di Modica e poi trasferito a Catania.