Allerta meteo in provincia di Ragusa. Intanto a Pozzallo puliti canaloni di scolo


Il Dipartimento di protezione Civile della Sicilia annuncia per oggi, 21 settembre, un’allerta meteo gialla nella Sicilia Orientale. L’allerta meteo riguarda le province di Ragusa, Siracusa, Catania e Messina.

Ecco le previsioni nel bollettino della Protezione Civile della Sicilia. Piogge da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali e tirrenici centro-orientali, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati. Isolate, anche a carattere di rovescio o temporale sui restanti settori, con quantitativi cumulati generalmente deboli. Isole Eolie: cielo irregolarmente nuvoloso, con possibili isolati rovesci. Il maltempo secondo le previsioni meteo interesserà la provincia di Ragusa anche per la giornata di domani con piogge sparse anche a carattere temporalesco.

A POZZALLO ESEGUITA LA PULIZIA DEI CANALONI IDRAULICI PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO DI ALLAGAMENTI.

I primi giorni di questo mese sono stati eseguiti tutti gli interventi di disostruzione della rete di smaltimento delle acque piovane. Purtroppo gli eventi meteorici avversi sono sempre più frequenti da qualche anno a questa parte e provocano ovunque danni ingenti. Nei giorni scorsi abbiamo comunicato tutti gli interventi strutturali in essere che inizieranno già nel nelle prossime settimane e i cui lavori termineranno nei prossimi 2/3 anni.Ecco perché l’Amministrazione Comunale ha già eseguito in questi ultimi giorni appositi lavori di pulizia nella rete di scolo delle acque bianche con la rimozione di materiali solidi, folta vegetazione e rifiuti che causano il restringimento della sezione dei collettori stessi e ne compromettono la funzionalità idraulica.

Oggetto degli interventi sono stati i punti più sensibili e più a rischio che in precedenza hanno comportato fenomeni di particolari criticità quali: via Pertini, viale Asia, via dello Stadio (sopra il campo sportivo),  via dello Stadio (in prossimità della ditta Carbonaro), via Calabria fino alla ferrovia, zona di Raganzino (ex pantano) e lo sbocco della lottizzazione Galfo. Si sottolinea ancora una volta, che l’intensità e l’abbondanza delle piogge, può provocare allagamenti perché i collettori realizzati da molti decenni, non sempre riescono a smaltire l’ imponente mole di pioggia che cade per effetto di un importante nubifragio. Si vuole evidenziare inoltre, che tutti gli interventi, quelli immediati già eseguiti e anche quelli più strutturali, avranno sempre di più la funzione di mitigare i danni delle intense piogge, ma non potranno assolutamente eliminare eventuali danni fino a quando e  occorreranno parecchi anni, l’uomo non comprenderà che tutti le opere pubbliche e private da eseguire, debbono avere come presupposto fondamentale quello del rispetto dell’ambiente e della natura.


svgImg Facebook svgImg WhatsApp svgImg Twitter
Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it