A Ragusa uno spettacolo narrativo per onorare la memoria degli Internati Militari Italiani


L’Associazione Nazionale ex Internati, ente morale della Repubblica Italiana, che in passato raggruppava i reduci dai lager nazisti e oggi comprende i loro familiari e parenti, ha portato avanti nelle quinte classi dell’Istituto Tecnico Commerciale “F.Besta” di Ragusa e del Liceo Scientifico “E. Fermi”, un progetto di ricerca storica finalizzato alla conoscenza e alla diffusione della storia degli I.M.I – Internati Militari Italiani, quei soldati che dopo l’armistizio del ’43 si rifiutarono di combattere a fianco dei nazi-fascisti nella Repubblica di Salò e pagarono il loro rifiuto con la deportazione e l’internamento nei lager nazisti.


Si tratta di una storia poco conosciuta e troppo a lungo dimenticata e che grazie all’impegno dei ragazzi e dei loro insegnanti ha trovato il giusto riconoscimento che da sempre meritava.


Per questo motivo sabato 23 aprile presso il Teatro del Centro Studi Feliciano Rossitto è stato portato in scena uno spettacolo con narrazioni e regia di Gianni Battaglia, musiche di Giorgio Adamo e canti di Chiara Occhipinti che ha visto protagonisti anche alunni dei due istituti scolastici ragusani coinvolti nel progetto di ricerca storica.
Uno spettacolo narrativo coinvolgente grazie ai i testi di Mario Avagliano e Marco Palmieri, di Gastone Ferraris, raccontati da Emiliano Macinai e Luana Collacchioni e quelli di Salvatore Licitra, di Tina Petrolito e di Barbara Bechelloni.


Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it