A MODICA RITORNA IL RITO “CRISCI RANNI!”


Si riprenderà quest’anno a Modica l’antico rito pasquale con cui al suono delle campane di Pasqua i genitori lanciavano in alto in bambini augurando appunto “Crisci ranni!”, legando il diventare grandi al significato della festa cristiana per eccellenza. Con la partecipazione di scuole. parrocchie, associazioni (a iniziare dall’Avis) il giovedì dopo Pasqua – 28 aprile – nell’area della Fontana alle 18,00, mentre suoneranno le campane della città, si racconterà e rivivrà il rito e per l’occasione si avvierà il progetto del Piano socio-sanitario di zona “benvenuto cittadino”: Si farà quindi festa con musica e cibi pasquali. 

Il giorno successivo si cercherà di cogliere le valenze ordinarie del rito, attraverso un convegno sull’educare nel nostro tempo, che si terrà dalle 18 alle 21,00  di venerdì 29 aprile alla Domus S. Petri. Si prevedono relazioni di padre Giovanni Salonia, direttore dell’Istituto di Gestalt, e della professoressa Giuliana Martirani, docente nell’università di Napoli ed esponente molto nota in tutta italiana dell’educazione nonviolenta. Concluderanno il convegno il Vescovo di Noto Mons. Staglianò e il Sindaco di Modica.

Le due iniziative si innestano nel cantiere educativo “Crisci ranni” con cui da mesi si sono attivati da parte della Caritas diocesana e della Casa don Puglisi laboratori e percorsi educativi nell’area attrezzata padre Basile alla Fontana.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it