VITTORIA, ANCORA SFRATTI ANCHE DURANTE L’ISPEZIONE REGIONALE - Ragusa Oggi

VITTORIA, ANCORA SFRATTI ANCHE DURANTE L’ISPEZIONE REGIONALE


Condividi su:


VITTORIA, ANCORA SFRATTI ANCHE DURANTE L’ISPEZIONE REGIONALE
Cronaca
18 febbraio 2011 8:54

Neppure gli ispettori regionali fermano l’azione di ripristino della legalità da parte del presidente dello Iacp, avv. Giovanni Cultrera. Oggi, infatti, dopo continui e reiterati inviti e solleciti, sono state consegnate le chiavi di due alloggi, occupati abusivamente da parte di due famiglie. Questa volta, come preannunziato dallo stesso istituto prima delle festività natalizie, è toccato a due famiglie di Vittoria dove, in contrada Fanello, sono stati rilasciati due appartamenti, il primo al lotto 23, scala G, piano 1°, interno 2/c e l’altro al lotto 28, scala C, piano 3°, interno 6/d. I due alloggi sono stati già assegnati da parte del Comune a due famiglie secondo l’ordine della graduatoria. “Al di là di ogni azione o mistificazione da parte di talune componenti politiche, continuerò col il mio CdA il lavoro intrapreso sino alla fine del mandato o, comunque, sino al giorno in cui si deciderà di mantenere questa Presidenza e questo Cda.

Siamo sereni e tranquilli per il lavoro svolto sino ad oggi e per aver restituito all’Istituto quella dignità che, negli anni passati, altri avevano sbiadito, cancellando la funzione dell’Ente stesso – ha dichiarato con tono mesto e amareggiato Cultrera – il nostro compito non è ancora finito e la nostra azione dovrà essere sempre più ferma ed efficace. Credo nel grande senso di responsabilità da parte degli organi regionali che, come sono certo, faranno valere i risultati e gli obiettivi raggiunti alle rivalse politiche e alle prevaricazioni – ha concluso Cultrera – anche perché mi torna in mente un antico adagio del grande storico romano Tito Livio “Le decisioni impetuose e audaci in un primo momento riempiono di entusiasmo, ma poi sono difficili a seguirsi e disastrose nei risultati”. Io sono fiducioso e credo nel buon senso di tutti nell’interesse, unicamente, dello Iacp e della collettività.”

 

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria