UN SUCCESSO “SCINTILLE DI MAGMA” LO SPETTACOLO DI DANZA, MUSICA E PAROLE - Ragusa Oggi

UN SUCCESSO “SCINTILLE DI MAGMA” LO SPETTACOLO DI DANZA, MUSICA E PAROLE


Condividi su:


UN SUCCESSO “SCINTILLE DI MAGMA” LO SPETTACOLO DI DANZA, MUSICA E PAROLE
Cultura
3 aprile 2011 15:09

Musica, canto, danza, parole. E un pizzico di magia. Tutto quanto basta per trasferirsi, per poco più di un’ora, su un’altra dimensione. Con l’obiettivo di solleticare le corde dell’animo dei tanti spettatori presenti. Sensibilizzando, al contempo, chi davvero vuole credere ancora in un percorso di costruzione artistica e musicale. Tutto questo, e molto altro, è stato “Scintille di magma”, lo spettacolo messo in scena ieri sera al teatro Lumiere di via Archimede, nel corso del quale sono emersi, ancora una volta, i talenti di grandi personaggi che operano in provincia di Ragusa.

Dal maestro Sergio Carrubba, al pianoforte, al soprano Takako Yoshida, che ha voluto dedicare un momento della sua esibizione al popolo giapponese, il suo popolo, fortemente e duramente provato dagli eventi delle ultime settimane; e, ancora dal violinista Pietro Vasile al tenore Giuseppe Baglieri (applauditissima la sua performance), senza dimenticare l’altro soprano Chiara Gurrieri affiancata da due cantautori, Mirko Marsiglia e Milena Di Rosa, e all’esibizione dei corpi di ballo con le coreografie curate da Renata Guastella, Cetty Schembari e Maurizio Cirnigliaro. La serata, condotta da Isabella Papiro, ha seguito il “fil rouge” dell’emozione sapientemente orchestrato dalle parole di Sonia Migliore, poetessa e curatrice della direzione artistica del “Progetto Arte”. Una performance che, oltre all’appuntamento di ieri, conoscerà un altro momento l’8 aprile, con la messa in scena della commedia brillante in due atti dal titolo “Quando il vento soffia sui ricordi…” interpretato dalla compagnia “U Filu Vespri”.

“Ci siamo resi conto – dice Sonia Migliore – che creare questi momenti di incontro delle arti fornisce ad ogni partecipante la possibilità di garantirsi un proprio spazio culturale, artistico e quindi professionale nel naturale bacino che è la propria terra. Non è la prima volta che promuoviamo appuntamenti del genere ma ci rendiamo conto che, ogni volta, le emozioni sono sempre maggiori e di differente entità. E’ accaduto anche ieri sera con il novero di esibizioni che, animate dai nostri artisti, ci hanno messo nella condizione di poter conoscere più da vicino il loro straordinario talento, il tutto senza alcun tipo di competizione, ma con lo spirito della solidarietà e con il comune orgoglio di rappresentare, ognuno, nella unicità del proprio stile, l’amore per l’arte e la cultura. In breve, insomma, l’arte per l’arte”.

 

      

                                 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria