Un secondo elettrodotto tra Ragusa e Malta. Progetto discusso con l’ambasciatore


Un secondo elettrodotto tra Ragusa e Malta. E' il progetto annunciato nei giorni scorsi dall'ambasciatore maltese Carmel Vassalo che è stato ricevuto dal commissario straordinario del Libero Consorzio di Ragusa, Salvatore Piazza e dal sindaco Peppe Cassì. L'ipotesi in campo è quella di creare il secondo elettrodotto Hvac Italia-Malta, opera già prevista negli accordi stretti tra l’Isola di Malta e gli enti del territorio ibleo nel 2013. 


Illustrata la proposta di progetto evidenziando la volontà di concertare i vari passaggi necessari come avvenne nel 2013. Come si ricorderà, ci furono anche delle preoccupazioni all'epoca insorte da alcuni osservatori politici circa la possibile creazione di danni agli ambienti marini. “Alla luce dei buoni rapporti con l’Isola di Malta non vogliamo ostacolare questo secondo stralcio di un progetto così importante per la comunità maltese. I nostri uffici e dirigenti sono a disposizione per individuare la migliore soluzione possibile – ha evidenziato il Commissario Piazza -. La nostra intenzione è quella di risolvere i problemi, non di crearli, garantendo comunque la sostenibilità degli interventi eventualmente previsti e prevedendo la possibilità di opere compensative che andrebbero a migliorare la qualità della vita della comunità provinciale”. A margine dell’incontro, il Commissario Piazza ha donato all’ambasciatore Vassallo un volume sul territorio ibleo. 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it