Statuto Vittoria Mercati, nota della Commissione straordinaria - Ragusa Oggi

Statuto Vittoria Mercati, nota della Commissione straordinaria


Condividi su:


Statuto Vittoria Mercati, nota della Commissione straordinaria
Attualità
12 giugno 2019 16:51

La Commissione straordinaria del Comune di Vittoria interviene per fare chiarezza sugli articoli dello Stato della Vittoria Mercati.

“L’approvazione dell’appendice al contratto di servizio dello Statuto- scrivono- non rappresenta un’estensione dell’oggetto sociale, che resta quello originario. L’articolo 3 dello Statuto della società è lo stesso di quello approvato con la delibera 175/2017. Si tratta solo di un’appendice al contratto di servizio per servizi di supporto al Mercato dei fiori – in considerazione del progetto di riqualificazione e rilancio della struttura, già approvato in fase di appalto – al Mercato ittico –  viste le recenti attività avviate per regolarizzarne il funzionamento – e all’autoporto – in funzione delle opportunità di rilancio”.

“Va precisato- si legge ancora-  che il costo del contratto di servizio è stato ridotto dai 230 mila euro più Iva originari a 90 mila euro, omnicomprensivi, nonostante i servizi di supporto siano aumentati; si tratta di un risparmio enorme per il Comune. I contratti di servizio (quello del 2013, quello del 2017 e quest’ultima estensione) rappresentano i servizi di supporto che la società deve fornire.  E’ utile, inoltre, evidenziare che la Vittoria Mercati non ha debiti, come risulta dai bilanci, e non ha ricevuto negli ultimi due anni alcun contributo dal Comune (quindi, per l’ente è a costo zero)”.

“Peraltro- si legge ancora nel documento- è prevista la riduzione del Consiglio di amministrazione da quattro componenti a un unico organo monocratico, con una conseguente forte riduzione della spesa.  Il nuovo statuto, su indicazioni di legge, è stato approvato perché bisognava adeguarlo al decreto legislativo 175/2016, ovvero il Testo Unico sulle partecipate.  Va precisato che lo Statuto individua i servizi di riferimento ma non quelli effettivamente svolti, che vengono invece individuati attraverso il contratto di servizio, che limita le attività a quelle specificatamente individuate. Quanto all’interlocuzione avviata nel 2018 con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, va precisato che l’Ente ha presentato tutta la documentazione richiesta, trasmettendola sia al Ministero che alla Corte dei Conti, con il parere dei revisori dei conti. In ogni caso, la Commissione compirà ulteriori eventuali passaggi, ai fini del corretto perfezionamento dell’atto”.

“Fatte queste precisazioni- scrivono i commissari- riteniamo opportuno sottolineare che appare quanto meno strano questo continuo stillicidio di notizie false e tendenziose sull’operato della Commissione straordinaria, che sta agendo nel pieno rispetto della legge e nell’interesse esclusivo dei cittadini di Vittoria. Le dichiarazioni infondate che gettano ombre sul nostro lavoro, mestando nel torbido e ingenerando confusione, saranno portate a conoscenza dell’autorità giudiziaria”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria